troncatrici per ferro

Una panoramica della troncatrice per ferro

Nel lavoro del fai da te o per i lavori più professionali, l’utilizzo adeguato di utensili come le troncatrici pe ferro garantiscono un risultato di alta qualità. La prima distinzione riguarda la preferenza di utilizzo dividendo la troncatrice per ferro in una macchina che può essere portatile o da banco, a disco o a nastro. Il loro impiego può essere previsto sia nel momento della creazione e costruzione di strutture in ferro sia per la fase finale di demolizione di particolari parti saldate o eccessivamente grandi. L’utensile è composto da un motore elettrico, una trasmissione e un disco da taglio diamantato o un nastro. Gli attrezzi più professionali o anche quelli più semplici ma multifunzione, permettono la sostituzione del disco a seconda delle esigenze per poter lavorare diversi materiali. La struttura della troncatrice per ferro è inoltre dotato di un assorbitore di vibrazioni sulle impugnature che possa garantire il mantenimento del benessere fisico di chi la utilizza. Una guida sagomata e un braccio a cerniera permetterà di alzare o abbassare la lama permettendo un taglio preciso e perpendicolare alla superficie da lavorare. Alcuni strumenti più all’avanguardia sono anche predisposti per rilasciare sul punto di taglio un liquido lubrificante a seconda del tipo di materiale da dover trattare.

troncatrice ferro

Lama in Acciaio HSS per Troncatrici Ø 250 mm per Taglio Profilati/Pieni in ferro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 67,88€


La diversità della troncatrice a nastro

troncatrice a nastro Le troncatrici per ferro a nastro riducono ulteriormente i tempi di lavorazione riuscendo a lavorare su pezzi molto grandi. Sono distinte in manuali, semi-automatiche o automatiche. Sono in grado di lavorare in modo continuativo il materiale garantendo quindi il massimo dell’efficienza e dell’affidabilità. La definizione a nastro è dovuta al nastro metallico utilizzato per il taglio, generalmente formato da due nastri di diverse tipologie di acciaio e definito bimetal. La lama a nastro, grazie alle sue caratteristiche particolari, deciderà il risultato finale e il taglio ottenuto. Infatti è possibile avere diversi materiali per i nastri oltre che essere differenti in larghezza, per il passo, per il tipo di stradature o il numero dei denti. Tutte queste componenti concorrono nella decisione precedente alla lavorazione e il loro uso sapiente, oltre che alla loro conoscenza, definiranno meglio i termini di lavoro.


  • Troncatrice per ferro a disco La troncatrice per ferro è un elettro utensile, utilizzato sia come utensile professionale, sia per hobbistica. In commercio si possono trovare due diverse tipologie di troncatrici per il ferro: con s...

Draper, Sega troncatrice per ferro, 2200 watt, 230 volt - 76211

Prezzo: in offerta su Amazon a: 200,81€


Attrezzature ad alta efficienza e qualità

troncatrice Le macchine professionali che prevedono l’uso di una troncatrice per ferro particolare sono dotate di una regolazione della velocità di taglio e di un dispositivo che regolamenta l’avanzamento, oltre all’elemento elettrico che emetterà il liquido lubrificante. Questa sostanza, emessa direttamente durante il taglio, è fondamentale per evitare che la lama si surriscaldi in maniera eccessiva e consente, successivamente, di asportare con enorme facilità il truciolo dalla zona di taglio. Il liquido fuoriesce da alcuni getti disposti in maniera intelligente su ogni guida che consentono una migliore distribuzione della sostanza su tutta la superficie della lama da taglio. Le troncatrici per ferro sono inoltre dotate di un riduttore che servirà per garantire che la temperatura rimanga invariata anche nei giri bassi. I movimenti dell’utensile vengono assicurati da degli appositi cilindri idraulici con comando elettronico che permettono il facile alzamento e abbassamento della lama.


troncatrici per ferro: La manutenzione ottimale

troncatrice ferro Il materiale utilizzato per la creazione delle lame influisce sulla scelta del prodotto migliore da usare. Le lame infatti possono essere in acciaio o in carburo dove queste ultime, dal costo maggiore, hanno una durata più lunga e una maggiore resistenza oltre che a necessitare una minore affilatura periodica. Per permettere alla lama di avere una precisione continua nel tempo, infatti, concorre la cura periodica per le lame che viene fatta tramite l’affilatura. Problemi come la rottura o l’usura precoce sono infatti maggiormente determinati da una mancanza di manutenzione adeguata. Vanno sicuramente lubrificate in maniera costante con particolare attenzione per i denti presenti, soprattutto nel caso in cui si disponga di diverse lame. Riporle in un posto sicuro, lontano da contaminazioni con liquidi, o attrezzi che potrebbero comprometterne l’integrità, permetterà alla lama della troncatrice per ferro di avere una vita longeva.



COMMENTI SULL' ARTICOLO