Scalpello

Tipologie di scalpello e utilizzo

Esistono svariati tipi di scalpello, che differiscono tra loro sia per forma e dimensione sia per il materiale di cui sono composti. Le differenze dipendono dall'utilizzo che lo scalpello deve avere. Infatti, tale arnese è deputato a vari scopi e viene adoperato da falegnami, meccanici, muratori, alpinisti e da chiunque decida di effettuare qualche piccolo lavoro di manutenzione e riparazione in casa. In particolare è possibile individuare tre grandi categorie di scalpello, che risultano le più utilizzate e comuni:

- lo Scalpello da falegname, che è adoperato per rimuovere strati sottili di legno. Molto utile per i falegnami che si trovano a dover modellare il legno imprimendogli la forma desiderata, al fine di creare mobili, assi, scaffali e sedie, esso risulta altrettanto comodo per il lavoro di liutaio ed ebanista. Lo scalpello in questione è solitamente formato da un manico in legno, che ne costituisce l'impugnatura, e la parte metallica deputata alla scheggiatura delle superfici. La componente di ferro può avere varie forme, presentandosi come una lama dritta, preferita per le scanalature e piccole correzioni nel legno, oppure una lama con l'estremità, detta Tagliente, molto appuntita. Esistono anche scalpelli con la lama arrotondata, deputati a scanalature profonde ma concave. Questi ultimi sono detti Sgorbie.

- lo Scalpello da meccanico, molto usato per i cosiddetti lavori di aggiustaggio, ovvero una serie di operazioni che consistono nello scalfire e poi limare il ferro. Questo scalpello è un arnese comunemente adoperato nelle officine. Esso è solitamente tutto in ferro, senza la presenza di un'impugnatura lignea, anche perché è sottoposto a ben altra pressione e il manico potrebbe facilmente deteriorarsi in seguito ai colpi. Lo scalpello usato in meccanica può essere di due tipi, in quanto quello di tipo comune presenta un tagliente sulla parte più ampia dell'attrezzo, al fine di rimuovere facilmente strati di ferro in eccesso, mentre l'Ugnetto porta il tagliente nello spessore stesso ed è più utile per scavare profondi solchi e scanalature nel ferro.

- lo Scalpello da muratore, usato per svolgere lavori nel campo dell'edilizia, essendo infatti un ottimo strumento per scalfire la pietra.

scalpello

Cogex 50163 - Mazzuolo 1 Kg, scalpello, punteruolo con protezione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,27€
(Risparmi 0,08€)


Come si usa e manutenzione

sclpello Usare uno scalpello non è difficile, ma non bisogna sottovalutare la pericolosità di questo aggeggio. Infatti un colpo sbagliato o una pressione eccessiva laddove basta anche solo una piccola spinta, possono far cadere lo scalpello sul nostro corpo e potrebbero causare ferite anche gravi, soprattutto gli scalpelli con i taglienti appuntiti.

Uno scalpello viene solitamente utilizzato cercando di conficcare la parte affilata nel materiale che bisogna rimodellare, mentre con uno strumento di supporto, quale il martello o il mazzuolo, si provvede a infierire con colpi decisi sull'impugnatura fino ad ottenere il risultato sperato. In particolare, per gli strumenti da falegnameria si consiglia di adoperare uno strumento ausiliario di piccole dimensioni, come un martelletto oppure una sbarra di legno. Il segreto è dare piccoli colpi allo scalpello in maniera tale da conficcarlo meglio nella superficie da scheggiare. Per lo scalpello con lama arrotondata, la Sgorbia, è preferibile utilizzare solo una pressione delle mani, in quanto un colpo troppo forte potrebbe provocare danni all'attrezzo ma anche alla superficie da trattare.

Lo scalpello adoperato nel campo della meccanica va sempre utilizzato con l'aiuto di un martello, che dovrà colpire forte sulla parte posteriore dello strumento, al fine di facilitare l'entrata dello scalpello nella superficie metallica da modellare.

Il segreto per un buon uso dello scalpello, al riparo da inutili rischi per la salute, è la postura. Bisogna restare con la schiena dritta e soprattutto utilizzare entrambe le mani. Con una si mantiene lo scalpello fermo, ben saldo alla superficie da intaccare e con l'altra si fa pressione per l'inserimento e per scalfire. L'importante è tenere le braccia attaccate al busto e non troppo distanti dal corpo, così da evitare sforzi inutili ed eventuali errori di mira.

Lo scalpello necessita di una periodica manutenzione, in quanto, essendo sottoposto continuamente a pressioni e a bruschi colpi, ha bisogno di affilare la sua lama. Lo scalpello da legno va arrotato su una mola, mentre per quello da meccanico e da muratore c'è bisogno di minore attenzione, visto che in quel campo non contano tanto la precisione e la cura dei dettagli, quanto piuttosto la profondità dei solchi creati.


  • utensili Chi si occupa di fai da te non è mai un professionista del settore, ma è semplicemente una persona che sceglie un hobby che unisce l' utile al dilettevole, rilassante ma anche creativo e producente. ...
  • utensile elettrico Il fai da te consiste nel dilettarsi nel fare delle operazioni utili e allo stesso tempo rilassanti, creative, divertenti e, sopratutto, utili. In tutte queste operazioni, c'è bisogno di una buona d...
  • Alcune note La livella torica rappresenta un oggetto, o forse in questo specifico caso è più giusto parlare di livella torica come di uno strumento di lavoro, particolarmente utile in molti casi e, elemento assol...
  • utilizzo cannello a gas Il cannello a gas è un attrezzo alimentato, per l’ appunto, a gas, che ha la funzione di riscaldare superfici per fare in modo che si prestino a vari tipi di lavorazione, come ad esempio la piegatura,...

Rolson 56159 - Set di 4 scalpelli da legno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,44€
(Risparmi 0,54€)


Innovazione tecnologica

Negli ultimi anni si è diffuso l'utilizzo dello Scalpello elettrico. Trattasi di una versione aggiornata e meccanizzata del classico strumento. Esso possiede un'impugnatura ergonomica che permette una presa più salda dell'arnese, alla quale è attaccata la barra d'acciaio. Disponibile in varie forme, a U, a V, con forma piatta o in stile coltello, essa permette l'uso di questo strumento in svariate attività. Apprezzato particolarmente da chi ha l'hobby del modellismo o pratica lavoro di restauro su mobili antichi, lo scalpello elettrico facilita il lavoro di sfogliatura e scheggiatura delle superfici, in quanto non necessita il lavoro delle pressione e della battitura, ma lo effettua automaticamente da solo. Proprio per questo appare adatto al mondo dei lavori fai da te, perché produce ottimi risultati anche nelle mani dei più inesperti.


Scalpello: Negozi prezzi

scalpelliPer comprare uno scalpello ci si può rivolgere al ferramenta sotto casa oppure a negozi specializzati nella produzione di attrezzi da lavoro. Naturalmente, in base all'utilizzo che esso deve avere, si deciderà se scegliere uno scalpello economico, che si aggira intorno ai 10-20 euro, oppure orientarsi su uno scalpello professionale, il cui costo supera anche i 100 euro. Inoltre, per chi preferisce la comodità dello scalpello elettrico, può acquistarlo a cifre che vanno dai 100 ai 150 euro.

Negozi molto forniti sono Ikea, Leroy Merlin e i Brico center.

Tra le marche migliori di scalpelli si consiglia la Lie-Nielsen.



COMMENTI SULL' ARTICOLO