Pistole a vernice

Tipologie di pistole a vernice

In commercio esistono due diversi tipi di pistole a vernice ovvero quelle elettriche e quelle che funzionano grazie all’aria compressa. La seconda tipologia è quella più frequentemente utilizzata perché è più efficace e richiede meno quantità di energia per funzionare a pieno regime. Entrambe hanno la funzione di nebulizzare il colore e di farlo arrivare sulla superficie che si trovano dinnanzi con un getto costante sia per forza che per quantità di colore contenuto.

Le pistole professionali sono quelle più adeguate per verniciare qualsiasi tipo di superficie e garantiscono una verniciatura perfetta anche su forme completamente irregolari. La loro grande versatilità permette di verniciare anche i punti più ostici erogando particelle di piccole dimensioni che aderiscono nel migliore dei modi auspicabile al prodotto che necessita di verniciatura. Le pistole professionali inoltre sfruttano la potenza di pompe ad aria compressa di alta qualità con risultati finali di alta qualità.

pistole a spruzzo

BLACK+DECKER HVLP200-QS Pistola a Spruzzo, 400 W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 46,76€
(Risparmi 42,24€)


Come si adoperano le pistole a vernice

pistola a vernice Le pistole a vernice per funzionare hanno bisogno di serbatoio dal quale prelevare la tinta da spruzzare sull’oggetto desiderato e di un compressore atto a imprimere la forza necessaria al getto.

Per dipingere le superfici più grandi è consigliabile suddividere l’oggetto in settori più piccoli e verniciarli uno ad uno assicurandosi che la tinta contenuta nel serbatoio sia sufficiente per finire a regola d’ arte quella specifica porzione. In caso contrario si avrebbe un risultato finale molto scadente con zone di colore più scure ed altre più chiare.

Se il pezzo o l’oggetto non è da verniciare interamente occorre proteggere in maniera opportuna le parti non interessate dall’operazione perché altrimenti si macchieranno in maniera indelebile di colore durante le varie fasi di tinteggiatura a spruzzo. In genere le pistole a vernice vengono adoperate per verniciare pezzi di carrozzeria di moto, auto oppure parti di imbarcazioni più o meno grandi.

Durante l’operazione vera e propria di tinteggiatura la pistola va mantenuta ad una distanza di 20-25 centimetri dalla superficie che si desidera verniciare.

Le pistole a vernice consentono di dipingere ampie superfici tramite una metodologia particolare: infatti il colore viene trasferito sulla porzione di superficie senza contatto diretto ma bensì attraverso un getto nebulizzato.

Prima di cominciare a verniciare è opportuno seguire prende in considerazione alcuni accorgimenti per la propria sicurezza e quella di chiunque si trovi nei paraggi.

La tecnica di verniciatura utilizzata impiega come mezzo di veicolo del colore l’aria e quindi particelle microscopiche di vernice si volatizzano nell’aria e per non respirarli è fondamentale l’utilizzo della mascherina atta a proteggere nel migliore dei modi le vie aeree. Quelle più funzionali sono dotate di filtri che non solo impediscono la respirazione e l’ingestione del colore ma anche dei solventi.

Per proteggere i vestiti è sufficiente indossare o panni dismessi oppure una tuta protettiva. Inoltre è consigliabile coprire con teli di plastica tutto quello che non si ha intenzione di colorare. Se si ha l’intenzione di verniciare a spruzzo una porta si può fare tranquillamente solamente dopo averla scardinata e aver smontato accuratamente la maniglia.

È assolutamente vietato verniciare in luoghi chiusi o poco arieggiati. Tale pratica potrebbe essere molto pericolosa in quanto potrebbero rimanere nell’aria per un lungo tempo particelle tossiche in sospensione.

A questo punto si può passare a regolare la pistola a vernice nel migliore dei modi possibile. Sull’estremità erogatrice è presente un ugello che non solo deve essere adeguato alle dimensioni stesse alla pistola ma anche proporzionato rispetto alle particelle di vernice che dovrà vaporizzare.

In genere la dimensione più adoperata del foro di uscita è quella larga 1,5 millimetri.

Altro fattore di indiscussa importanza è la pressione d’uscita del colore che andrà regolata in base alle proprie esigenze. Si preferisce utilizzare quasi sempre la pressione di due bar che è ottimale con quasi tutti i tipi di vernice. Come ultima cosa è da regolare il tipo di spruzzo che si vuole adoperare e si può scegliere fra quello puntiforme e quello lineare intervenendo in maniera manuale sulla vite posteriore.


  • utensili Chi si occupa di fai da te non è mai un professionista del settore, ma è semplicemente una persona che sceglie un hobby che unisce l' utile al dilettevole, rilassante ma anche creativo e producente. ...
  • utensile elettrico Il fai da te consiste nel dilettarsi nel fare delle operazioni utili e allo stesso tempo rilassanti, creative, divertenti e, sopratutto, utili. In tutte queste operazioni, c'è bisogno di una buona d...
  • Alcune note La livella torica rappresenta un oggetto, o forse in questo specifico caso è più giusto parlare di livella torica come di uno strumento di lavoro, particolarmente utile in molti casi e, elemento assol...
  • utilizzo cannello a gas Il cannello a gas è un attrezzo alimentato, per l’ appunto, a gas, che ha la funzione di riscaldare superfici per fare in modo che si prestino a vari tipi di lavorazione, come ad esempio la piegatura,...

Tacklife SGP15AC Pistola a Spruzzo Elettrica 400W 3 modalità di pittura L'intensità del Flusso Regolabile con Serbatoio 900ml e Imbuto Rimovibile-Regaolo Ideale per Festa del Papà

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,99€
(Risparmi 48€)


Caratteristiche della vernice utilizzata per la pistola a spruzzo

La vernice utilizzata per le pistola a spruzzo è necessario che abbia caratteristiche ben precise per aderire in maniera impeccabile alla superficie su cui viene applicata e garantire al contempo un’ottima tenuta col passare degli anni.

In pratica sono costituite principalmente da resine che hanno la medesima funzione di un potente collante. La resina aderisce in maniera impeccabile alla superficie da dipingere formando uno strato sottile ma molto resistente. Questo composto è poi addizionato a solventi che permettono di avere una fluidità maggiore nel momento dell’applicazione. I solventi sono di varia natura a seconda dell’impiego che si desidera fare della vernice: ci sono solventi ad olio, acqua, nitro e poliuretanico.

Per esigenze particolari talvolta le resine possono essere miscelate a sostanze che ne ritardano l’essiccazione per esigenze particolari.


Pistole a vernice: Vantaggi della verniciatura con la pistola a spruzzo

La pistola a vernice ha una serie di vantaggi tutt’altro che trascurabili e che la rendono un utensile estremamente comodo e versatile. Con questo metodo di verniciatura si ha una rapidità di applicazione molto elevata e si ottengono finiture perfette senza stacchi si colore o sbavature.

Inoltre si economizza sulla vernice in quanto la pistola riesce a coprire uniformemente tutte le superfici utilizzando la quantità minima necessaria per avere un effetto uniforme.



COMMENTI SULL' ARTICOLO