martello

Composizione e materiale

Un martello si compone solitamente di due grandi sezioni: una Massa Battente, che è la parte fondamentale ovvero quella che materialmente batte sulle pareti e superfici, e un Manico, che costituisce invece l'impugnatura dell'attrezzo. La massa si divide a sua volta in due pezzi: la Testa, detta anche Bocca, e la Penna. Mentre la Testa è l'estremità massiccia del martello, perlopiù quadrata, destinata a battere, la Penna è invece molto più sottile e nella maggior parte dei casi si presenta come biforcuta. Quest'ultima viene usata per fini secondari, come ad esempio l'estrazione di un chiodo dal muro o anche il fare leva su un determinato oggetto.

Questo utilissimo strumento è reperibile in svariati materiali, che possono essere differenti a seconda della finalità d'utilizzo ma anche per una semplice scelta di design estetico. Il martello tipico è in legno e metallo, laddove la parte di ferro è rappresentata dalla Bocca e l'impugnatura è piuttosto lignea. Esistono però anche altre composizioni e le variazioni di materiale utilizzato cambiano soprattutto per la fattura del manico, spesso reperibile anche in plastica o in acciaio. Il manico di legno è molto leggero e rende maneggevole il martello, oltre ad avere il vantaggio di assorbire quasi del tutto le vibrazioni provenienti dall'urto dello strumento con una parete. Allo stesso tempo però, il legno è soggetto a usura. Un manico in acciaio invece ripara all'inconveniente del deterioramento, ma ha lo svantaggio di far riecheggiare le vibrazioni provenienti dal colpo lungo tutta la mano, il che potrebbe rendere meno precise le battiture. Per riparare a tale problema, spesso i martelli vengono preferiti con un manico in gomma, rendendo anche più pratica l'impugnatura dello strumento.

Il martello comune presenta di solito la Bocca in acciaio, resistente agli urti e duratura. Si può però trovare in commercio anche qualche martello in rame, ma in questo caso si tratterebbe di un martello anti-scintilla, adoperato per lavori manuali piuttosto delicati. Talvolta i martelli possono essere composti anche in piombo, resina, gomma o con la testa completamente in legno, come nel caso dei martelli da falegname.

martello

Stanley, Martello da carpentiere curvo, in vetroresina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,07€


Origini e utilizzo odierno

martello Strumento dalle origini molto antiche, il martello serviva inizialmente per scavare e modellare la pietra. Durante il Medioevo fu uno degli attrezzi più adoperati, sia nella versione del piccone rudimentale, utilizzato dai minatori per estrarre le pietre e i minerali dalle miniere, sia come strumento primitivo di artigiani e costruttori dell'epoca.

Oggi l'uso del martello è diverso e ben più ampio. Esso è molto utile per fissare oggetti alle pareti, ma anche per frantumare qualche tipo di materiale o comunque per percuotere ripetutamente e meccanicamente su un pannello. Ombra fedele di ogni muratore, falegname e calzolaio che si rispetti, un martello è lo strumento ideale per svolgere piccoli lavori in casa e in giardino, dove la manutenzione di impianti, oggetti e strutture come recinti e staccionate può necessitare di un intervento di aggiustamento. Il martello è essenziale per chiunque desideri sbrigare da sé delle semplici ma fondamentali riparazioni nella propria abitazione.

L'uso del martello non è di certo complesso, ma è importante ricordarsi, quando lo si utilizza, di mantenere sempre salda l'impugnatura e di dosare bene la forza che si imprime ad esso nell'effettuare il colpo su una superficie. Per attività semplici, come il fissaggio di un chiodo alla parete di casa, ad esempio, il consiglio è di tenere alto il martello e con il braccio stretto al corpo, in maniera tale da creare una gittata della giusta potenza senza dare un colpo eccessivo.

  • termosifoni Il riscaldamento dell'abitazione è sicuramente un argomento molto vasto, infatti in questa sezione andremo a parlare del riscaldamento della casa a 360 gradi.Vi starete chiedendo però, precisamente ...
  • piastrelle Occuparsi di fai da te può essere un' operazione allo stesso tempo divertente, in quanto richiede creatività e permette di rilassarsi, ma allo stesso tempo particolarmente utile, in quanto permette di...
  • muratura Occuparsi di fai da te vuol dire, da sempre, fare due cose utili: divertirsi e rilassarsi dedicandosi ad un hobby e, allo stesso tempo, fare qualcosa per migliorare se stessi o l' ambiente in cui si v...
  • chiodi e viti Quando ci si occupa di fai da te, qualsiasi sia il campo in cui si sceglie di operare, non basta svegliarsi la mattina e scegliere di mettersi all' opera: affinchè tale lavoro vada a buon fine, bisogn...

Stanley 1-54-911 Martello Manico in Grafite, 300 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,1€


Tipologie di martelli

martello Esistono vari tipi di martello, ognuno adatto a un specifica operazione. Per ogni impiego, il martello può presentare una forma diversa nonché un differente materiale di composizione. Oltre al martello tradizionale si possono distinguere:

- il Mazzuolo, molto adoperato nel settore della falegnameria e della muratura, in quanto il martello in questione è dotato di entrambi i lati battenti.

- le Mazze, martelli di dimensioni più grandi, molto simili ai mazzuoli per la presenza del doppio lato battente. Essi sono deputati soprattutto all'utilizzo per riparazioni da giardino.

- il Martello da fabbro o da meccanico, uno dei più massicci e pesanti martelli esistenti. La particolarità è in questo caso la penna, che si presenta a cuneo nella sua estremità, al fine di poter svolgere non solo lavori pesanti ma anche di precisione. Solitamente il martello da fabbro è usato per battere il ferro.

- il Martello da muratura, piccolo e maneggevole con una penna sottile ma resistente che viene adoperata per intaccare i mattoni. Nella maggior parte dei casi la penna di questo martello è piana, così da renderlo utile anche nella funzione di scrostare gli intonaci dei muri.

- il Martello da falegname, completamente in legno e dalla parte battente molto ampia, che deve consentire una certa praticità per batterlo sugli scalpelli.

Oltre ai principali tipi di martelli comunemente diffusi, vi è una vasta gamma di arnesi deputati a specifiche mansioni. Tra questi si ricordano il Martello da alpinisti e il Martello da archeologo, usati esclusivamente per questo tipo di attività.


martello: Negozi e prezzi

Acquistare un buon martello è possibile sia rivolgendosi a ditte specializzate, come Ikea, Brico Center e Leroy Merlin, oppure a un ferramenta di fiducia. Molto raccomandati anche alcuni siti web, che risultano davvero ben forniti.

Il prezzo dei martelli varia a seconda del materiale di cui è composto e della funzione a cui è deputato. Esistono martelli economici, di modello comune, acquistabili ad un costo irrisorio, non oltre la decina di euro, ed altri molto più complessi e accessoriati, per i quali ci si aggira intorno ai 100 euro.



COMMENTI SULL' ARTICOLO