Vasi per orchidee

vedi anche: Orchidea cura

Quando è necessario rinvasare un'orchidea

Quando un'orchidea arriva in casa non è necessario cambiare subito il suo vaso: il fioraio lo ha preparato con il giusto terriccio inserendo anche del materiale, come polistirolo e pezzi di corteccia, per creare un substrato ideale.

Il terriccio e il vaso devono essere tenuti sotto controllo e occorre procedere al rinvaso in uno dei seguenti casi:

- la pianta è cresciuta e le radici non hanno più spazio

- il substrato è deteriorato

- sono presenti parassiti nel terreno.

Se non ci sono particolari problemi, si procede al rinvaso appena termina la fioritura. E' in questo periodo, infatti, che la pianta inizia un nuovo ciclo vegetativo e le radici ricominciano a crescere.

Vasi per orchidee

VASO TRASPARENTE "PORTO" DIAMETRO CM 20 COMPLETO DI SOTTOVASO (1 PEZZO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,5€


Il vaso adatto per un'orchidea

vaso adatto per orchidea Il vaso va scelto in funzione della pianta: le radici dell'orchidea devono avere un po' di spazio a disposizione per svilupparsi: poco, non troppo, altrimenti la pianta non crescerà rigogliosa. Ad ogni rinvaso quindi va scelto un contenitore solo leggermente più grande del precedente.

Anche se il vaso può essere scelto in modo che si adatti all'ambiente in cui vive l'orchidea, è preferibile scegliere dei vasi trasparenti che permettano alle radici di ricevere la luce solare. Sono queste, infatti, ad attuare la fotosintesi clorofilliana nelle orchidee, anche se in misura minima.

La pianta può crescere sana e rigogliosa anche in un vaso opaco, ma un vaso trasparente permette anche, soprattutto a chi ha iniziato da poco a coltivare queste piante, di:

- controllare con facilità lo stato delle radici,

- capire quando è necessario rinvasare

- tenere sotto controllo il terriccio in modo da verificare che non vi siano ristagni idrici e che il grado di umidità sia ideale.

I vasi trasparenti che si trovano in commercio hanno, ad una distanza di circa un centimetro dal fondo, una retina che tiene separate le radici dall'acqua in eccesso che si deposita sul fondo.

  • vasi I vasi sono i contenitori adatti alla coltivazione delle piante da interno e da esterno. Di piccole o grandi dimensioni, i vasi sono indispensabili per coltivare piante verdi, piccoli arbusti e piant...
  • Alcune note I vasi per piante grasse sono a conti fatti una delle migliori possibilità tra cui scegliere per abbellire o semplicemente per modellare il proprio terrazzo di casa. Le considerazioni che possiamo for...
  • Alcune note I vasi d’arredamento rappresentano una di quelle soluzioni sempre più diffuse all’interno delle nostre abitazioni. E questo accade per una lunga serie di ragioni che è interessante analizzare e cercar...
  • Alcune note I vasetti per piante rappresentano ad oggi un must all’interno delle nostre abitazioni, o meglio, ad onor del vero, potremmo dire all’interno dei nostri giardini, degli spazi comuni all’aria aperta ne...

Seramis 1174458 Speciale mistura granulare per orchidee, 7 litri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,49€


Materiale per vasi per orchidee

orchidee Prima di scegliere un vaso occorre analizzare l'ambiente in cui vive l'orchidea.

Se l'ambiente è umido il vaso deve avere necessariamente diversi piccoli fori per evitare il ristagno idrico, dannosissimo per le radici. Se il vaso scelto ne è privo, questi possono essere realizzati utilizzando un trapano, se il materiale lo permette, oppure un cacciavite reso incandescente, nel caso di vasi in plastica sottile.

I fori per il drenaggio non devono essere troppo grossi altrimenti le radici potrebbero infilarvisi. In questo caso la pianta potrebbe avere difficoltà a nutrirsi e diventerebbe difficile rinvasare senza danneggiare le radici.

I vasi opachi sono da preferire se l'orchidea vive in un ambiente molto soleggiato. L'orchidea, infatti, è una pianta del sottobosco dove la luce solare filtra ma non è sempre presente e quindi, anche se le radici amano il sole, l'irraggiamento continuo potrebbe danneggiarle.

In questo caso, quindi, ci si può orientare verso un materiale e un colore di proprio gusto, in tutti gli altri casi sono da preferire vasi trasparenti realizzati in plexiglas, plastica, vetro o altro materiale.

I vasi per orchidee in vetro vanno acquistati solo se provvisti di fori sufficienti a favorire un adeguato drenaggio dell'acqua. Il vetro infatti trattiene l'umidità e non è possibile forarlo.

E' consigliabile evitare i vasi di terracotta perché le radici si potrebbero infiltrare nelle sue pareti e causarne lo sgretolamento.

Se l'orchidea è inserita in un ambiente particolare oppure si vuole impreziosirla con un vaso dal design ricercato, la si può porre in un vaso di plastica trasparente da inserire poi in quello di proprio gusto: in questo modo sarà sempre possibile controllare le radici e lo stato del terriccio.