le ninfee

Curiositą e usanze

La Ninfea viene spesso confusa con il Fior di Loto: in realtį sono entrambe piante acquatiche, appartengono alla stessa famiglia ma a due specie diverse. In Italia la Ninfea cresce spontaneamente, nella specie della Nymphaea alba, nella flora spontanea ligure. Secondo il linguaggio dei fiori, la Ninfea simboleggia, come il Giglio, riservatezza, castitį e purezza e non é un caso che in Inghilterra venga chiamata Giglio d'acqua. Ma nella storia e secondo varie culture, la Ninfea ha significati e utilizzi diversi. Nell'antica Grecia questo fiore rappresentava l'amore non corrisposto, quello platonico, ed era considerato un antiafrodiasiaco. Ad Oriente la Ninfea simboleggiava l'alba mentre gli antichi Egizi la usavano come decorazione funebre per le tombe dei loro faraoni. Secondo alcuni studi, nella tomba di Ramesse II sono stati trovati i resti di questo fiore.

Alcune popolazioni utilizzano le radici, che contengono alte percentuali di fecola, in cucina. In ambito terapeutico infine, le radici delle Ninfee ridotte in polvere curano le emorroidi e la diarrea.

ninfee

Crescita delle piante da stagno palle

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,41€


Caratteristiche

fiori ninfeeLa Ninfea č una pianta perenne e la sua grande famiglia comprende oltre cinquanta specie, una diversa dall'altra. Il suo fiore é profumato e particolarmente decorativo; lo stelo fuoriesce dall'acqua di circa 10 -15 cm e la sua corolla puó anche superare i 10 cm di diametro. Sboccia all'alba - solo nelle giornate soleggiate - e si chiude al tramonto; fiorisce a getto continuo nella stagione calda, tra i mesi di maggio e di settembre, ma un fiore non dura piś di quattro o cinque giorni. La corolla é composta da molti petali che formano una spirale e si rimpiccioliscono mano a mano che arrivano al centro; puó essere bianca ma anche rosa, celeste, viola, gialla o rossa. Il frutto della Ninfea matura sott'acqua e si presenta come una bacca spugnosa e dura. La forma della Ninfea é idrofita radicante e le sue gemme sono sott'acqua con lunghe radici che si espandono verso i fondali del bacino idrico. Generalmente la parte sommersa é di costituzione carnosa priva di legnositį. Le foglie sono coriacee, di forma tondeggiante e molto grande e come il fiore, galleggiano sull'acqua formando scenografici "tappeti" verdi. Sul lato superiore sono ricoperte dauno strato ceroso ed impermeabile che le protegge dall'acqua mentre sul lato inferiore il glucoside permette la conversione dei raggi solari in calore. Le foglie in realtį nascono sotto la superficie dell'acqua poi salgono in superficie semi arrotolate. Quasi subito si distendono, aprendo i lembi. Le Ninfee sono piante tropicali e durante la stagione invernale perdono la loro vegetazione. Tuttavia sopravvivono anche al gelo a patto che restino sott'acqua.

    Ubbink 1387081 Laghetto quadrato con pompa e ninfee grigio

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 202,99€


    Le ninfee nane

    ninfee nane Anche le Ninfee, come molte altre specie, hanno la loro versione "mignon" che, da qualche anno a questa parte, trovano particolarmente impiego su balconi e terrazzi. Le Ninfee nane hanno la corolla che di diametro non supera una moneta di cinque centesimi e che quindi possono stare tranquillamente in una ciotola piena d'acqua. Gli appassionati di ecosistemi in miniatura, possono anche pensare di aggiungere alla ciotola, che comunque deve essere capiente (tra i 10 e i 30 cm di profonditį), altre piante acquatiche e qualche pesciolino. Se le Ninfee sono considerate fiori decorativi e vengono utilizzate soprattutto per abbellire stagni e laghetti, quelle nane, da quando é di moda l'allestimento dei terrazzi alla stregua di un giardino, spesso si coltivano nei grandi mastelli della nonna che sistemati negli angoli di grandi spazi esterni, danno un tocco un po' esotico e speciale.


    le ninfee: Le ninfee nell'arte

    ninfee nell'arteParlando di Ninfee poi, non si puó evitare il riferimento al grande pittore impressionista Claude Oscar Monet, il piś grande estimatore di questi fiori. Tra i maggiori artisti "en plein air" - di pittura all'aperto -, era tale la sua passione per le Ninfee che riuscķ a creare un enorme giardino acquatico, facendo deviare dal suo corso un canale della Senna. Qualche anno prima di morire, Monet regalerį allo Stato Francese, la bellezza di dodici tele, sulle quali aveva raffigurato questo meraviglioso fiore.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO