Erbe aromatiche

Le erbe aromatiche

Le erbe aromatiche (o piante aromatiche) sono piante che hanno la particolarità di contenere sostanze dall'aroma gradevole ed oli essenziali. Mentre tutte queste peculiarità, in natura, servono per attrarre o repellere gli insetti fastidiosi, nella nostra vita quotidiana si utilizzano per gli scopi più disparati.

Le piante aromatiche possono essere arboree (ad esempio l'eucalipto), arbustive (ad esempio il rosmarino) o erbacee (come il basilico). L'aromatizzazione può essere presente su tutta la loro superficie o solo su alcune parti, come i semi (per il caffè e il pepe), i bulbi (per la cipolla), le foglie (per il the) e il legno (per il sandalo).

Vari possono essere gli utilizzi che le erbe aromatiche possono avere. In cucina insaporiscono i cibi, in erboristeria vi si preparano degli infusi, in profumeria vi si ottengono profumi e prodotti di bellezza. Vi si preparano, inoltre, liquori di vario tipo. Alcune, poi, hanno anche delle proprietà di tipo medicinale ed officinale, come ad esempio l'apprezzatissima menta.

erbe aromatiche

Giardino di Erbe per interni – da Viridescent – Contenitore in legno per davanzali di cucina. Contiene tutto ciò che vi serve per far crescere le vostre erbe aromatiche. Perfetta idea regalo. Disponibile oggi in offerta!

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,97€
(Risparmi 10,02€)


Le principali erbe aromatiche in cucina

erbe da cucina Le erbe aromatiche che trovano applicazione in cucina sono moltissime. Alcune, però, vengono impiegate molto più spesso, con cadenza quasi quotidiana. Ecco di seguito le principali.

Il basilico ha proprietà sotto il profilo digestivo, antispasmodico ed antinfiammatorio in quanto allevia i crampi e stimola l'intestino. Va benissimo se abbinato a carne bianca, tacchino, uova ed alcune verdure come le melanzane.

Il finocchietto ha proprietà digestive e diuretiche. Si abbina benissimo a minestre, zuppe, patate e ad alcuni piatti a base di pesce, come ad esempio il pesce fritto.

La menta ha proprietà dissetanti e digestive. Si abbina ad ogni fritto a base di verdura, oltre che con molti tipi di carne e leguminose.

L'origano ha proprietà antispasmodiche ed antiinfiammatorie. Va bene se abbinato alla pizza, alla carne bianca così come al pesce fritto.

Il prezzemolo ha proprietà vitaminizzanti e diuretiche. Vi si insaporiscono molti piatti come quelli soprattutto a base di pesce.

Il rosmarino ha proprietà digestive e diuretiche. Ben si abbina con arrosto, carne bianca, patate e funghi.

Infine la salvia che ha proprietà balsamiche e digestive. E' perfetta sia con carni bianche che rosse oltre che con i formaggi e con il pesce fritto.

    Il Kit Erbe Aromatiche di Plant Theatre - 6 diverse erbe aromatiche da coltivare –Regalo per gli amanti del giardinaggio

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


    Le erbe aromatiche officinali

    erbe officinali Le erbe aromatiche officinali sono conosciute ed utilizzate per questo utile scopo sin dai tempi più antichi. Le piante officinali sono definite dalla Legge numero 99 del 1931 come piante medicinali, aromatiche e da profumo. Per l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) sono piante all'interno di cui vi sono sostanze utilizzabili a livello terapeutico. Sono diverse le modalità in cui le erbe officinali vengono utilizzate: infusi, decotti, tisane, impacchi succhi sono solo alcuni di questi. L'aglio è una tra le principali, utilizzato non solo per aromatizzare in cucina ma anche per le sue proprietà antisettiche e battericide oltre che curative delle malattie dell'apparato respiratorio. La lavanda è un altro classico esempio. Essa favorisce l'espettorazione ed è molto utilizzata nella cura della tosse. I fiori disinfettano le vie urinarie e sono un perfetto alleato per combattere mal di testa e vertigini.


    Erbe aromatiche: Coltivazione delle erbe aromatiche

    coltivare le piante aromatiche Le erbe aromatiche più diffuse possono essere coltivate in casa. Tra queste, alcune sono davvero irrinunciabili. Ci si riferisce, innanzitutto, al prezzemolo ed al basilico. Il primo tra i 16 e i 20 gradi centigradi cresce molto bene, in quanto preferisce il clima mite. Sopra i 35 gradi, infatti, non sopravvive, così come a temperature troppo rigide. Il terreno ideale deve essere ben drenato e un po' all'ombra.

    Il basilico va coltivato al sole con la terra costantemente ben inumidita. Regolarmente, poi, bisogna procedere a recidere le punte della pianta per favorirne il corretto sviluppo. Le annaffiature devono avvenire spesso ed essere effettuate soprattutto di mattina. Non è difficile avere in vaso le piante aromatiche principali.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO