Pareti divisorie in vetro

Le pareti divisorie in vetro

Per dividere gli spazi abitativi, esistono molte soluzioni, tra cui appunto le pareti divisorie in vetro. La loro caratteristica principale è che permettono di mantenere la luminosità nell'ambiente. Si rivelano pertanto un elemento accattivante, elegante e polifunzionale. A cosa servono le pareti divisorie in vetro? Potete utilizzarle per suddividere uno spazio abitativo o un'area office, per creare privacy in un angolo della stanza, o ancora come vero e proprio elemento decorativo. Gli stili disponibili sono tantissimi. Il modello tradizionale e basilare prevede un telaio di legno nel quale vengono montati due pannelli di vetro, che viene poi ancorato a cerniere al muro. Questo tipo di parete si adatta perfettamente ad una stanza di grandi dimensioni e dall'arredamento minimal e moderno. Esistono poi le pareti in vetro dotate di staffe attaccate alle pareti o al soffitto. Esse sono adatte per gli uffici o gli esercizi commerciali, dato il loro aspetto formale.

Una soluzione interessante è rappresentata dai pannelli scorrevoli, che vengono fissati al soffitto tramite guide e binari. La loro utilità sta nel fatto che potete sfruttare i pannelli sia come divisori che come elemento decorativo, regolando a vostro piacimento e secondo le esigenze del momento la loro apertura e chiusura. I modelli più tecnologici prevedono un dispositivo motorizzato per l'apertura e la chiusura. Molta scelta offre anche la tipologia del vetro. Troverete infatti vetri sabbiati, intagliati, completamente lisci, smerigliati o finemente decorati. Scegliete la tipologia che meglio si adatta al vostro stile di arredamento e di ambientazione. Se avete bambini o anziani in casa, preferite il comodo plexiglass, che oltretutto è infrangibile. La loro manutenzione è semplice e la pulizia può essere fatta settimanalmente con uno straccio e uno spray specifico per vetri. Alcune pareti divisorie in vetro offrono anche l'insonorizzazione, ma in questo caso il prezzo sale rispetto ai modelli tradizionali.

Pareti divisorie in vetro

DW-1203 - Adesivi da parete multicolori, motivo: mappa del mondo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Come scegliere una parete divisoria in vetro

scegliere una parete divisoria in vetro<p />Prima di inserire una parete divisoria in vetro, dovete valutare alcuni importanti fattori. Se la stanza è moderna, scegliete un modello realizzato in metallo e vetro, dalle linee semplici. Se invece il vostro arredamento è classico, optate per porte in legno e un telaio più lavorato. Cercate di determinare la quantità di budget a disposizione. Più una parete è pesante, lavorata e con optional, più il prezzo salirà. Anche il vetro ha la sua importanza. Le consistenze sono differenti, così come le relative lavorazioni. Fate un progetto della stanza in cui andrete ad inserire la parete divisoria, in modo da avere una idea precisa. Valutate anche quanti spazi volete dividere. Prima di acquistare la parete, misurate altezza e lunghezza del muro in cui andrà ancorata e del soffitto.

Sfruttate i telai sottili e le grandi vetrate per dare l'illusione di maggiore spazio e luminosità. Scegliete invece vetri opachi o smerigliati se volete privacy.

    25 Carta abrasiva in velcro MENZER per FLEX WST 700 VV Vario Plus - forati, triangolari - 290x250 mm - Grana 120

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,6€


    Pareti divisorie in vetro:

    Alcune idee interessanti per le pareti divisorie in vetro

    Se desiderate regolare la luminosità nella stanza, aggiungete alla parete divisoria delle tende o dei pannelli, che aprirete o chiuderete a seconda delle esigenze del momento. Una idea originale è quella di inserire dei vetri colorati, che aggiungeranno carattere alla stanza. Anche le cornici e i telai offrono molteplici possibilità. Orientatevi verso materiali innovativi, come il PVC, l'acciaio o il policarbonato, eleganti e modernissimi allo stesso tempo. Se cambiate spesso arredamento, optate per le pareti autoportanti, che possono essere smontate in qualsiasi momento senza interventi di muratura. Ogni 6 mesi, ricordatevi di effettuare una regolare manutenzione, per verificare che telaio e vetrate siano nelle condizioni ottimali. Mettete le pareti divisorie anche in spazi insoliti, come il bagno o la camera da letto. In questo caso, le utilizzerete come decorazioni vere e proprie, che daranno luce e luminosità all'ambiente. Accostate al vetro delle piante a fusto alto e dei vasi in ceramica, che doneranno un piacevole contrasto di stile e materiale. Attenzione anche all'illuminazione: preferite plafoniere a soffitto piuttosto che elementi a sospensione, per non interferire con la superficie riflettente del vetro. Con questi accorgimenti, la vostra stanza sarà perfetta.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO