Laterizi forati

I laterizi forati di tipo A e B

I laterizi forati (laterizi per solai) presentano forme, dimensioni e caratteristiche differenti, ma vengono raggruppati in due categorie, A e B, a seconda della funzione che svolgono nella struttura.

I laterizi forati di tipo A sono detti anche laterizi non collaboranti, perché esercitano soltanto una funzione di alleggerimento del peso complessivo della struttura; quelli di tipo B, invece, sono detti laterizi collaboranti, perché contribuiscono alla staticità della struttura dell'edificio.

Una ulteriore classificazione in due categorie viene fatta in base alla modalità di realizzazione del solaio. Così distinguiamo i blocchi per solai gettati in opera dai blocchi per solai prefabbricati. I blocchi per solai gettati in opera hanno delle alette nella parte inferiore che contengono il getto di cemento che forma il travetto e creano una superficie continua di laterizio nella parte inferiore del solaio.

I blocchi per solai prefabbricati, che sono detti anche interblocchi o blocchi interposti, presentano dei risalti che permettono di appoggiarli su travetti cementizi prefabbricati.

La caratteristica più importante dei laterizi forati (laterizi per solai), comune ai due tipi che abbiamo visto, è la resistenza allo sfondellamento, cioè alla rottura e al distacco della parte inferiore del mattone e dell'intonaco che lo ricopre.

Per prevenire il fenomeno dello sfondellamento, che rappresenta la problematica più diffusa, i blocchi di laterizi forati sono sottoposti a prove di punzonamento, che servono a stabilire la resistenza alla rottura e il cui esito medio è riportato nella scheda tecnica del materiale.

laterizi forati

Attacco a innesto conico SDS PLUS lunghezza 250 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,93€


La necessità della loro presenza

mattoni foratiI laterizi forati (laterizi per solai) sono elementi necessari per la realizzazione delle strutture di copertura e di sostegno dei piani intermedi di un edificio: infatti, la costruzione di solai in cemento, senza l'inserimento di laterizi forati, collaboranti o non collaboranti che siano, graverebbe l'intera struttura di un peso eccessivo e difficile da sostenere.

Per questo motivo si utilizzano i laterizi forati, che vengono scelti, a seconda delle esigenze costruttive, in base alla percentuale di foratura, il cui valore minimo per l'impiego nei solai deve essere superiore al 45%.

La percentuale di foratura è il rapporto tra la superficie forata e la superficie totale dell'elemento in laterizio ed è la caratteristica che determina il maggiore o minore peso del materiale e di conseguenza la leggerezza della struttura: i blocchi con foratura inferiore al 15% sono pieni, quelli con foratura inferiore al 45% sono semipieni, infine, quelli con foratura superiore al 45% sono forati e si possono utilizzare nella realizzazione dei solai.

Le moderne tecniche costruttive adottate dalle aziende produttrici, che mirano a un utilizzo ottimale dei materiali, garantiscono con opportune prove e certificazioni, l'impiego di laterizi forati longevi e funzionali, sia dal punto di vista dell'efficienza energetica dell'edificio, sia per quel che concerne la tutela della salute degli utenti e l'impatto ambientale.

    Corone pesanti a innesto conico, con denti riportati in metallo duro A PASSO VARIABILE adatte a forare calcestruzzo, conglomerati cementizi, pietre e murature Ø 160

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 214,86€


    Laterizi forati: Prezzo d'acquisto e modalità di conservazione

    I laterizi forati (laterizi per solai), detti anche pignatte, sono commercializzati in un'ampia gamma di dimensioni e in confezioni di grandezza variabile; si presentano come blocchi dal disegno semplice e lineare per consentire la posa senza forzature.

    A seconda della misura, il prezzo cadauno può variare da € 0,80 a € 1,40 e le confezioni possono contenere da 40 a 180 pezzi circa.

    La marcatura CE, le certificazioni termica e di radioattivtà, le istruzioni per la giusta conservazione e la corretta posa in opera, che accompagnano i blocchi sono la garanzie della qualità dei prodotti acquistati e impiegati nella costruzione.

    Tenendo conto dell'ingombro di ogni singolo pacco, i laterizi forati (laterizi per solai) devono essere conservati su una superficie piana; i pacchi, che hanno un peso considerevole, non vanno mai sovrapposti; occorre sempre evitare il contatto diretto con il terreno, per impedire che i mattoni assorbano umidità; nel periodo invernale è necessario riparare i pacchi, in modo che i blocchi di laterizio non si impregnino d'acqua e vengano poi danneggiati dal gelo.

    Questi accorgimenti sono fondamentali perché i laterizi forati integri sono inalterabili nel tempo, i laterizi danneggiati sono inutilizzabili.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO