Graffiaggio per la stabilità delle murature

Graffaggio per la stabilità delle murature

I sistemi di ancoraggio sono delle pratiche messe in atto per risolvere l’instabilità strutturale dei muri. In relazione al tipo di parete, al materiale usato per la sua realizzazione, al suo peso e alle caratteristiche geometriche si sceglie il tipo di graffaggio da impiegare. I graffaggi sottili vengono utilizzati disponendoli in numero maggiore rispetto ad altre tipologie di ancoraggio, fissando le graffe nei punti più importanti per quanto riguarda la tenuta della parete e della sua resistenza strutturale. Le graffe sono degli elementi con i quali si effettuano gli ancoraggi; sul mercato possono essere acquistati sottoforma di tondini o piattine in acciaio inox con spessore di circa 3-4 millimetri. Tornando ai graffaggi sottili, essi vengono disposti in maniera uniforme sul muro; sono indicati per le pareti in mattoni a faccia vista.
costruzioni

Marazzi Evolutionstone Piasentina Mosaico 30x30 cm M82C Pietra Moderno ceramica Piastrelle Pavimento Rivestimento Offerta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 180€


Sistemi di ancoraggio

sistemi di ancoraggio Come si può comprendere, il graffaggio per la stabilità delle murature non riguarda una sola pratica edile perché i tipi di muri, il loro peso e la dimensione geometrica degli stessi sono variabili. In presenza di un muro esterno con una superficie uniforme e privo di faccia a vista, il graffaggio si pratica eseguendo delle incisioni nelle parte da ancorare al fine d’inserire poi delle graffe che successivamente saranno ricoperte con del materiale edile per evitare che rimangano a vista e subiscano danni. In linea generale questa fattispecie si verifica in presenza di pareti perimetrali rivestite con dei pannelli termoisolanti o altro rivestimento decorato e formato da pannelli con spessore ridotto. Il graffaggio diffuso consiste nell’utilizzo di 4 graffe per mq ricordando di stare lontani dai bordi liberi della parete per circa 30 cm. Successivamente si fissano in questa area 3 graffe a mq sul bordo libero. I graffaggi più consistenti si utilizzano per ancorare gli elementi esterni alle parti strutturali per cui ogni 50 cm si mette una graffa di collegamento che sarà ancorata a pilastri, solette, solai eccetera.

    Tile-makeover - Confezione da 10 adesivi a mosaico per piastrelle da bagno, colore: Lilla e prugna Per cambiare rapidamente l'aspetto del bagno o il rivestimento della cucina, autoadesivo, rapido, nessun caos eseguendo il lavoro

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,28€


    Materiali e requisiti dei sistemi di ancoraggio

    materiali Durante la pratica di graffaggio per la stabilità delle murature non bisogna assolutamente utilizzare delle graffe fai da te perché sono realizzate con materiali scadenti e non idonei che portano alla formazione di macchie di ossido. Per raggiungere risultati ottimali si devono usare delle graffe in acciaio inox tipo AISI 304 che sopportano gli sforzi da trazione, conseguenza delle sollecitazioni delle pareti esterne. L’utilizzo dell’acciaio inossidabile è ampiamente utilizzato nei muri che devono sostenere rivestimenti isolanti dal punto di vista termico. Proprio per questo motivo l’acciaio in questione ha una bassa conducibilità rispetto ai materiali ferrosi. Il numero, il posizionamento e i punti di ancoraggio (cioè le graffe) vengono stabilite da un professionista abilitato il quale provvede a calcolare le distanze e la quantità di punti da fissare sui muri. Questo genere d'interventi viene attuato su quegli edifici che devono mantenere una certa stabilità o sono esposti a venti, piogge o correnti che possono destabilizzare tutta la struttura.


    Graffiaggio per la stabilità delle murature: Opere edili e graffaggi

    opere edili Il graffaggio per la stabilità delle murature è diverso a seconda del tipo di opera edile su cui s’intende intervenire. Tra i tantissimi casi di ancoraggio più comuni con modalità di esecuzione annesse sono le opere edili realizzate in laterizi. In presenza di queste pareti, i laterizi sono fissati tra loro mediante malta per cui il graffaggio si attua facendo annegare le graffe nel giunto di malta tra i due laterizi. In presenza di una parete esterna formata da giunture in malta e una parete più interna costituita da giunti calcestruzzo o di altra consistenza, il graffaggio si attua disponendo una graffa con testa a T messa nel giunto del muro esterno, la parte interna sagomata si fissa al supporto interno attraverso appositi strumenti. Un tipo di graffaggio molto particolare riguarda quello attuato da un triplo strato di laterizio collegati tra loro. Questi muri sono inclinati e hanno lo scopo di far risaltare l’utilità riducendone l’uso di parti in cemento armato che potrebbe portare a problematiche di tipo energetico.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO