Interruttore bipolare

Interruttore bipolare

L'impianto elettrico è essenziale all'interno di qualsiasi ambiente domestico, ma non solo. E' una soluzione indispensabile e necessaria anche per uffici e molti altri locali: tanti i vantaggi nell'utilizzo di un impianto elettrico bipolare. Semplice il collegamento di un interruttore bipolare da installare secondo alcune semplici istruzioni che ne garantiranno il massimo della funzionalità in qualsiasi circostanza. Questo elemento ha le stesse caratteristiche dell'interruttore unipolare, ma l'interruttore elettrico bipolare interrompe fase e neutro. Il montaggio di un interruttore bipolare è semplice: questo viene usato nella maggior parte dei casi per protezione o in grandi apparecchi. Può essere infatti inutile interrompere una semplice lampada con un interruttore bipolare perché la potenza che viene assorbita non è tale da giustificarne un accurato sistema di protezione da utilizzare.

esempio di interruttore bipolare


Montaggio interruttore bipolare

collegamenti elettrici per interruttore Il collegamento di un interruttore bipolare risulta una operazione assai semplice seguendo alcune pratiche istruzioni. Bisogna assicurarsi di disporre di materiale come nastro isolante, cacciavite a stella, tronchese, forbici, tagliafili e sonda elettrica. Importante avere a disposizione ognuno di questi per avere un efficiente collegamento di un interruttore bipolare. Per iniziare il montaggio di un interruttore bipolare bisogna prima svitare le viti per rimuovere la placchetta che copre il supporto e successivamente collegare una coppia di fase e neutro in ingresso e una in uscita. Dopo aver fatto ciò, sarà necessario stendere il filo più scuro mancante (nero o marrone) tramite una sonda elettrica: bisognerà poi ovviamente stendere anche il filo del carico da collegare, ad esempio, una lavatrice o un climatizzatore. Infine, per completare il collegamento di un interruttore bipolare, basterà spellare di circa 1 cm i nuovi fili per collegarli all'interruttore. All'interno della scatola di derivazione sarà importante andare a collegare la fase con fase e il neutro con neutro, unendo tramite nastro isolante, o meglio con appositi cappucci isolanti. Al termine, chiudere i cappellotti e la scatola di derivazione.


  • interruttore on-off Molti strumenti elettronici sono così comuni, così facili e frequenti da rintracciare, che in tantissimi casi si finisce per trascurarne l’importanza, la validità e la possibilità di trovarli sul merc...
  • installare parabola Per poter usufruire di un buon segnale satellitare occorre che il nostro impianto presenti una parabola, accanto alla quale andrà poi sistemato un convertitore, e un decoder....
  • interruttore Vi serviranno solamente un interrutore nuovo, un paio di cacciaviti di diversa misura, delle pinze e una sega di precisione, oltre a naturalmente degli occhialini protettivi da lavoro. Se seguirete tu...
  • citofono Procedere non è molto difficile, ma dovete seguire con attenzione tutti i vari passi qui elencati. Vi serviranno un trapano elettrico, preferibilmente cordless, nastro isolante, tasselli, metro rigido...


Interruttore bipolare collegamento

interruttore bipolare Poter disporre di un interruttore bipolare è un grosso vantaggio per qualsiasi tipo di ambiente. Infatti, oltre ai classici cappellotti e alla scatola di derivazione, si può anche utilizzare un sistema più moderno e rapido, semplice anche per il fai da te. Esiste un sistema di fissaggio ad incastro in cui si dovrà solo fare leva su un lato della stessa mediante un cacciavite a taglio. L'uso classico di un interruttore bipolare è comunque sconsigliato per piccoli apparecchi come lampade o sistemi di illuminazione domestici, ma peculiare ad esempio per lavatrici e lavastoviglie, oltre che per i climatizzatori che ormai in tante case vengono installati. Montaggio di interruttore bipolare e guasti sono pressocché gli stessi rispetto ad un semplice interruttore monopolare ed è basilare che l'uscita del bipolare entri in una presa che sia quanto più adatta all'inserimento della spina dell'apparecchio da utilizzare mediante questo tipo di sistema elettrico.


Interruttori bipolari o unipolari

collegamento interruttore bipolare Per comprendere bene quale sia l'utilità di un interruttore bipolare è bene spiegare nel dettaglio quale sia la differenza tra questo elemento e la versione unipolare, così da fugare i dubbi e procedere con sicurezza nel montaggio dell'elemento più appropriato. La differenza fondamentale e sostanziale tra i due tipi di interruttori sta nel fatto che il tipo unipolare interrompe unicamente uno dei due poli del flusso di elettricità, generalmente la fase, mentre con la tipologia bipolare tutti e due i carichi del circuito verranno interrotti, sia la fase che il neutro. Per capire meglio, gli interruttori unipolari sono comunemente impiegati per l'accensione e lo spegnimento delle luci di casa, in quanto il carico non è elevato e non esistono particolari problemi derivanti dalla continuità dell'elettricità. Un esempio di interruttore bipolare, invece, è il classico interruttore differenziale, il cosiddetto salvavita, che permette il completo distacco dell'energia elettrica. Quindi, gli interruttori bipolari vanno impiegati quando si ha la necessità di togliere la tensione ad elettrodomestici con una portata pesante.