Schemi impianti fotovoltaici

Schema di un impianto fotovoltaico

E' ben noto a tutti coloro che lavorano ed operano in questo settore, che lo schema di un impianto fotovoltaico deve assolutamente garantire il corretto allacciamento in rete ed al tempo stesso l'utilizzo in modo corretto dell'energia prodotta in rete. E' indispensabile che non tutta l'elettricità venga immessa in rete. Parte di quest'ultima infatti potrà essere direttamente autoconsumata, semplicemente entrando nell'utenza di casa propria e senza che transiti dal contatore di rete. Il vantaggio sta nel fatto che tutta la parte di energia autoconsumata non sarà inclusa nei conteggi di un normale contatore Enel e di conseguenza il consumatore potrà sicuramente contare su un notevole risparmio sulla bolletta. Non sempre però questo sistema funziona. Accade sovente infatti che pervengano delle segnalazioni inerenti ad impianti che non siano stati installati nella maniera corretta e che immettono quindi tutta l'energia prodotta al momento dall'impianto medesimo, senza dare alcuna possibilità di usufruire dell'autoconsumo istantaneo che garantisce indubbiamente il maggior risparmio. Un regolare schema di impianto fotovoltaico deve dunque prevedere tre quantità. Tutte riguardano la quantità totale di energia, sia quella prodotta da un singolo impianto, quella immessa in rete ed infine l'energia prelevata da quest'ultima. Da ultimo si deve assolutamente tenere presente che lo schema di un impianto fotovoltaico è differente da caso a caso. Per esempio, lo schema di un impianto domestico è molto più semplice rispetto ad una centrale fotovoltaica che lo prevede più complesso.

Schemi impianti fotovoltaici

Kit Solare Illuminazione 50W 12V per Esterni, Fotovoltaico, Stand-Alone, Isola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 182,45€


Componenti dello schema di un impianto

schema di un impiantoLo schema di un impianto fotovoltaico è suddiviso in alcuni componenti. Il primo risulta essere costituito dal campo fotovoltaico. Per un impianto base, di circa tre kilowatt, saranno sufficienti dai tredici ai quindici moduli collegati in serie.

Il secondo componente è invece rappresentato dal sezionatore. Si tratta di una misura di sicurezza che consente lo scollegamento del campo fotovoltaico nel caso in cui si rendano necessari interventi sulla rete o sull'impianto. Attraverso gli scaricatori inoltre, il sezionatore ha la funzione di staccare l'impianto fotovoltaico qualora vi siano delle scariche atmosferiche o delle sovratensioni.

Il terzo componente riguarda l'inverter. Come sappiamo, l'inverter stesso fa in modo di trasformare la corrente continua prodotta, in corrente alternata. Sempre prendendo come riferimento un impianto base di tre kilowatt, l'inverter dovrà essere anch'esso di tre kilowatt.

C'è poi il sistema elettronico di monitoraggio, il quale è fondamentale per poter monitorare in tempo reale, anche avvalendosi di una connessione ad internet, la produzione dell'impianto fotovoltaico in questione. Il componente che segue non è altro che il contatore di produzione, il quale garantisce la possibilità di poter misurare tutta l'energia prodotta dall'impianto fotovoltaico, sia con l'autoconsumo che con l'immissione in rete. Il contatore bidirezionale provvede alla misurazione dei due flussi di elettricità, ovvero l'energia sia prelevata che immessa in rete. Da tale contatore, ci si potrà rendere effettivamente conto della quantità di energia autoconsumata e che di conseguenza non verrà conteggiata in bolletta.

    LaDicha 3Pcs Custodia Acrilica Trasparente Custodia Protettiva Per Modulo Relè A 8 Canali

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,92€
    (Risparmi 6,23€)


    Schemi impianti fotovoltaici: Corsi per installatori impianti fotovoltaici

    Si deve tenere presente che lo schema di un impianto fotovoltaico è uno degli argomenti principali nell'ambito di un corso per installatori di impianti fotovoltaici. Chi vuole diventare installatore dunque, deve imparare molto bene sia tutte le nozioni inerenti ai componenti di uno schema, sia tutte le varie operazioni di installazione dell'impianto, seguendo l'apposito disegno che viene fornito a tali corsi. Le lezioni teoriche di questi schemi, vengono di regola seguite da prove pratiche, dove un potenziale installatore deve imparare correttamente le funzioni a cui assolvono i componenti di un impianto fotovoltaico, descritte al paragrafo precedente. Con l'apprendimento di tutto ciò, alla fine del corso, si potranno aprire nuove prospettive di lavoro nel settore del fotovoltaico, che sta ormai prendendo sempre più piede nel nostro paese.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO