Pannelli fotovoltaici incentivi

Incentivi pannelli fotovoltaici

Dal 2005 lo Stato ha attuato una serie di programmi incentivanti per favorire la diffusione dei pannelli fotovoltaici sul territorio nazionale. La gestione delle istanze e delle pratiche connesse agli incentivi riguardanti il fotovoltaico è stata affidata all’azienda Gestore dei Servizi Energetici. Conto Energia è il nome dato al programma incentivante, che ha assunto caratteristiche e modalità differenti nel corso degli anni, adeguandosi alle esigenze derivanti dall’evoluzione tecnologica e del mercato. Il programma incentivante vero e proprio ha cessato di esistere nel mese di luglio 2013, col Quinto Conto Energia, che riguardava in particolar modo gli impianti a carattere innovativo, tecnologicamente molto qualificati, dotati di componenti in grado di sostituire elementi architettonici dell’edificio. Il Conto Energia è partito dalla messa in esercizio dell’impianto e copre tuttora l’intero periodo di funzionamento del fotovoltaico, che può superare i vent’anni. L'incentivo riguarda la vendita dell’energia prodotta all’azienda gestore della rete elettrica, la possibilità di compensare l’elettricità eccedente, immessa in rete, con quella prelevata per il consumo, l’accantonamento dell’energia solare in eccesso da consumare successivamente ed anche il riscatto del valore corrispondente tramite la dichiarazione dei redditi, da inserire tra i redditi diversi.

Col cessare del Conto Energia sono state attivate altre forme di agevolazione quali le detrazioni fiscali sull’IRPEF, pari al 50% dei costi complessivi dell’impianto, la detrazione del 55% per il solare termico, oltre a numerose forme di contributi a fondo perduto che possono persino consentire di ammortizzare totalmente il costo delle rate per l’acquisto dell’impianto ad energia solare.

Pannelli fotovoltaici incentivi

Detergente specifico,per pannelli fotovoltaici e solari,DeterSolar

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12€


I contributi per realizzare i pannelli fotovoltaici

contributi per pannelli fotovoltaici Oggi chi desidera installare i pannelli fotovoltaici può godere di agevolazioni fiscali, disponibili fino alla data del 31 dicembre 2014. Inoltre è possibile accedere ai contributi a fondo perduto.

I contributi sono differenziati a seconda che si tratta di privati ed imprese, ed a seconda che si possieda o meno la partita Iva. La quantificazione del contributo viene calcolata dopo preventiva valutazione economica, elaborata a seguito di studi approfonditi, volti ad individuare le condizioni maggiormente favorevoli alla messa in opera dell’impianto. La riduzione d’imposta riguarda le spese per l’installazione di nuovi pannelli solari e per l'attuazione di interventi migliorativi su impianti già esistenti. Le associazioni di commercianti e qualunque privato che possieda un reddito derivante da attività, può usufruire dell’agevolazione fiscale. Anche gli enti pubblici sono compresi tra i possibili fruitori se svolgono attività di tipo commerciale. La maggior parte degli istituti di credito hanno studiato formule contrattuali per finanziare l’intero costo degli impianti a pannelli fotovoltaici. Non viene richiesto alcuno anticipo e la prima rata si paga solo dopo sei mesi dall’attivazione, per dare il tempo al sistema di generare una quantità di energia sufficiente da poter generare introiti.

    sourcingmap® 1000V 20A MC4 maschio / femmina cavo del pannello solare Fusibile fotovoltaici Connettori

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,67€


    Pannelli fotovoltaici incentivi: La diffusione del fotovoltaico in Italia

    Grazie agli incentivi, dal 2012 la vendita degli impianti ad energia rinnovabile ha avuto un incremento superiore al 58%. La diffusione ha avuto un ulteriore aumento in seguito all’offerta di premi aggiuntivi all’incentivo, rivolti a chi abbia rilevato superfici bonificate da eternit ed amianto sulle quali installare gli impianti.

    La dimensione della superficie che usufruisce del premio aggiuntivo deve al massimo corrispondere alla dimensione dell’intera area bonificata, con un margine di tolleranza del 10%.

    Attualmente sul territorio nazionale si possono contare quasi 28.000 impianti che coprono superfici bonificate. Il territorio che vanta la maggiore diffusione è la Toscana seguita dalla Lombardia e dell’Emilia Romagna. In generale l’Italia è tra i paesi al mondo col maggior sviluppo del fotovoltaico, con quasi 500.000 impianti ad energia solare diffusi in circa il 97% dei comuni italiani. In Europa i maggiori investimenti sull’energia solare sono stati attuati da Italia e Germania. In particolare la potenza installata in Germania è stata circa il doppio di quella italiana, superando i 32 GW. Per quanto riguarda il futuro del fotovoltaico si prevede che entro il 2020 si potrà raggiungere una potenza pari a circa 1.000 MW l’anno.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO