Consolidamento di elementi murari e strutture di fondazione

Il consolidamento strutturale per il recupero edilizio

Il recupero di un immobile vede l'utilizzo di materiali e tecnologie che sono state studiate appositamente per dover affrontare e risolvere i problemi di consolidamento delle murature e delle strutture di fondazione. Molto spesso i problemi che riguardano gli elementi murari sono di carattere strutturale, ovvero riguardano lo stesso assetto dell'edificio. In questi casi esistono numerose soluzioni tra cui scegliere.

Una delle più adottate riguarda il consolidamento di strutture in muratura e calcestruzzo impiegando malte tecniche insieme a tessuti in FRP (fibra di vetro e carbonio); sistemi più innovativi vedono invece l'impiego tessuti di acciaio unidirezionali (acciaio inox) a matrice inorganica. L'utilizzo dell'acciaio piuttosto che del carbonio consente anche di adottare soluzioni progettuali molto flessibili, versatili e molto più durature nel tempo, anche nelle situazioni più critiche. Infatti, dato che l'acciaio è molto più robusto e resistente del carbonio, questo materiale può essere manipolato facilmente senza che possa essere danneggiato.

consolidamento muri

Misuratore di umidità assoluta PCE-PMI 1

Prezzo: in offerta su Amazon a: 99,95€


Il consolidamento degli elementi murari e delle murature

consolidamento muratura con malta Tra i problemi maggiori che interessano gli elementi murari vi sono quelli legati alle infiltrazioni d'acqua e all'umidità. In questi casi, gli interventi di consolidamento sono molto meno invasivi. Infatti, si possono usare intonaci speciali che consentono di rendere impermeabili le superfici murarie (pareti, pavimenti e soffitti) non solo delle abitazioni, ma anche degli ambienti sotterranei, delle cantine e dei magazzini, applicando un rivestimento cementizio duraturo.

Questi materiali, facili da applicare, vengono impiegati non solo negli ambienti in cui vi sono infiltrazioni d'acqua, ma anche nelle cisterne, nelle piscine e nei serbatoi di acqua. Tra l'altro, gli intonaci speciali non solo risolvono tutti i problemi di distacco, ma, essendo permeabili al vapore, aiutano il consolidamento attraverso la traspirazione degli elementi murari. Altri prodotti molto utilizzati in tal senso sono anche l'intonaco idrofugo (sia negli ambienti esterni che in quelli interni) e la malta cappotto.

Pannelli di riscaldamento 750 W riscaldamento a infrarossi, stampabile, potenza di riscaldamento, 60 x 120 cm Ottimizzata, vitalheizung hvh750 S - Deluxe

Prezzo: in offerta su Amazon a: 553,58€


Il consolidamento attraverso le iniezioni di malta

consolidare muratura con malta Un altro problema degli elementi murari che necessita di interventi di consolidamento è la presenza di crepe. Queste possono essere causate da un cedimento dell'intonato (o della muratura) oppure da infiltrazioni d'acqua. In ogni caso, un'ottima soluzione prevede l'impiego della malta espansiva istantanea: la sua impermeabilità è attestata dal fatto che viene impiegata anche per eliminare le infiltrazioni nelle gallerie e le perdite nelle tubazioni. Quindi, la malta espansiva istantanea viene utilizzata sia come completamento degli interventi contro l'azione dell'umidità che per riempire le crepe.

Tuttavia, è bene ricordare che gli interventi di consolidamento basati su questo materiale avvengono per iniezione. In genere, la malta espansiva istantanea è impiegata su qualunque struttura in laterizio o in cemento, ma anche in qualunque situazione dove sia necessaria una malta a rapido indurimento, che agisce in tempi brevi e caratterizzata da un'elevata resistenza meccanica.


Consolidamento di elementi murari e strutture di fondazione: Il consolidamento delle strutture di fondazione

lavori per consolidare fondazione Le crepe nei muri possono anche essere un segnale di cedimenti strutturali che interessano le strutture di fondazione. Per questo motivo bisogna intervenire all'origine, consolidando la struttura di fondazione e il terreno circostante. Le soluzioni di ultima generazione sono di natura non invasiva, che permettono di svolgere all'interno dell'edificio le proprie attività consuete. In genere il consolidamento utilizza iniezioni di resine espandenti: ne esistono di vario genere e il tipo specifico viene individuato basandosi sulle prove geologiche preventive, sulla struttura delle crepe e sull'assetto delle fondazioni.

Per prima cosa si devono scavare delle piccole buche elicoidali (il diametro non deve essere superiore a 2 centimetri e mezzo) vicino alla struttura di fondazione interessata dal cedimento. Qui vengono iniettate le resine espandenti, che aumentano il proprio volume e si espandono solidificandosi in breve tempo, fino a diventare un agglomerato solido molto resistente. A questa iniezione ne segue una seconda con lo scopo di uniformare la superficie. Ovviamente per questi interventi di consolidamento ci si deve rivolgere a una ditta specializzata.



COMMENTI SULL' ARTICOLO