Danni causati da animali domestici: responsabilitÓ civile

Possibili danni causati da animali domestici

E' frequente possano esserci danni a cose o persone legati alla presenza di un animale domestico in casa propria. Basti pensare a diversi casi, anche fortuiti, come ad esempio il caso in cui la porta d'ingresso resti aperta e un cane azzanni qualcuno che passa sul pianerottolo. Per evitare qualsiasi tipo di conseguenza Ŕ importante, per il padrone dell'animale, testimoniare il caso fortuito. Infatti, nel caso specifico, la Cassazione ha stabilito che qualora un animale domestico tenuto in condominio o cortile, aggredisca una persona estranea per via della rottura della catena, la responsabilitÓ ricade direttamente sul padrone che ne deve aver cura. Solo nel caso in cui venga testimoniato il caso fortuito il padrone sarÓ sollevato da eventuali multe o risarcimenti.
animali domestici

Faro Icaria Ventilatore per Soffitto con Luce, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 140,2€


Cosa si intende per responsabilitÓ civile

danni animali domestici Nel caso di animali domestici che possano causare danni si parla di responsabilitÓ civile presunta. Innanzitutto, Ŕ importante sapere che la responsabilitÓ sussiste non solo nel caso in cui l'animale domestico arrechi un danno a qualcuno, ma anche in caso di fuga o se si perda. Il proprietario di un animale domestico potrÓ dunque svincolarsi da qualsiasi tipo di responsabilitÓ civile soltanto nel momento in cui abbia provato il caso fortuito. Infatti questa novitÓ in ambito di legge Ŕ stata stabilita proprio per responsabilizzare i padroni di cani ed altri animali di casa i quali sono chiamati a prenderli in custodia. In ambito giuridico, si parla di responsabilitÓ come di un fatto colposo o doloso commesso da qualcuno che causi un danno ingiusto a terzi. Motivo per cui Ŕ necessario ci sia colui che agisca secondo un comportamento che pu˛ essere rimandato alla volontÓ del soggetto, oltre a un eventuale danno che possa essere ritenuto importante e di cui rivalersi in ambito giuridico.

    Cassetta postale europea per villa postale, impermeabile grande scatola di giornale

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 109,35€


    PerchÚ il proprietario del cane risponde dei danni?

    danni animali domestici Il proprietario del cane o di qualsiasi animale domestico che possa arrecare un danno a terzi, Ŕ chiamato a rispondere alle azioni di questo. Difficile Ŕ comunque la possibilitÓ di dimostrare il caso fortuito, ma comunque possibile farlo ed essere esonerati da qualsiasi responsabilitÓ. Come caso fortuito si intende quella serie di eventi che non possono essere previsti e che, nel caso in cui si verifichino, possano contribuire al danno. Un esempio viene proprio da alcune sentenze della Cassazione in tale merito e che dimostrano come sia difficile testimoniare l'evento fortuito. Infatti, in casi in cui qualcuno entri in un cortile privato e venga azzannato o aggredito da un cane sciolto, la responsabilitÓ civile cade sul proprietario che pu˛ dimostrare l'evento fortuito solo verificando, ad esempio, lo stato della catena o la chiusura del cortile. Con la possibilitÓ di dimostrare l'evento casuale e fortuito, ovviamente, il soggetto pu˛ interrompere ogni nesso causale tra l'azione dell'animale e il danno provocato dallo stesso.


    Danni causati da animali domestici: responsabilitÓ civile: Come evitare danni di animali domestici a terzi

    animali Per tutti coloro i quali sono in possesso di un animale domestico Ŕ importante sapere quali possono essere le conseguenze di un danno da questo causato. Frequente sempre pi¨ la responsabilitÓ civile ma, spesso, Ŕ possibile evitare questo tipo di danni e dunque qualsiasi tipo di conseguenza futura per il proprietario dell'animale. Infatti con piccole e semplici attenzioni non vi saranno pericoli di danni a terzi di alcun tipo. A partire dalla chiusura di porte e cancelli che delimitano la zona dove si trova l'animale. In questo modo sarÓ quindi possibile anche dimostrare l'evento fortuito, dopo aver attentamente controllato lo stato di maniglie e lucchetti che possono essere danneggiati e dunque non funzionali. Non solo. PerchÚ l'animale, soprattutto in caso di giardini, terrazzi o cortili, va tenuto legato ad una catena, perci˛ va fatta anche attenzione a quella che Ŕ la condizione della stessa che, se danneggiata, potrebbe risultare inutile per la sicurezza del cane e di terzi.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO