Il Badile

Il Badile

E formato da una lama in metallo o materiale plastico fissata all'estremità di un manico ergonomico e può essere, a seconda dell'uso cui è destinato, di diverse forme e grandezze. Il badile è uno strumento indispensabile per svolgere svariate mansioni in agricoltura e nel giardinaggio, le sue forme e dimensioni devono perciò rispondere a determinate esigenze d'uso e consentire il minor sforzo possibile a chi ne fa uso. Utilizzato in giardino il badile è l'ideale per smuovere e dissodare il terreno, scavare buche e canali, tagliare le radici delle piante, allestire bordure, eliminare erbacce e raccogliere i rifiuti. Il badile è una pala dalla lama molto grossa capace di penetrare a fondo nel terreno e rimuovere all'occorrenza ampie zolle. L'estremità tagliente della pala serve soprattutto a tagliare le radici e a ridurre in frammenti le pietre durante il dissodamento del terreno. Soltanto utilizzando il badile è infatti possibile preparare il terreno del proprio giardino per semina e la coltivazione di piante e fiori. I moderni badili hanno lunghi manici in legno massello o costituiti da leghe di metalli molto leggeri saldamente attaccati al corpo metallico o lama che consentono una presa stabile e uno sforzo minimo anche in caso di uso prolungato, sono provvisti di protezioni che evitano i ritorni di fango e sporcizia, hanno lame in acciaio temperato resistentissime e trattate con vernici speciali contro la ruggine.
Il Badile

BADILE A PUNTA CON MANICO IN LEGNO - Valsecchi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,5€


La qualità degli attrezzi è importante

qualità degli attrezzi Per l'utilizzo frequente che se ne fa specie per curare e tenere in ordine il proprio giardino risulta necessario che il badile sia affidabile e di buona qualità. Per un badile di ottima qualità si potrebbe arrivare a spendere anche più di cento euro e dato che è indispensabile potrebbe valere la pena investire qualche soldo in più per poter disporre di un attrezzo in grado di durare molti anni. Nello svolgere determinate applicazioni l'uso di un badile di scarsa qualità potrebbe portare scarsi risultati, perdite di tempo o addirittura arrecare danni personali al suo utilizzatore. Un buon badile ha solitamente un manico in legno abbastanza lungo da consentire maneggevolezza e comodità d'uso, può essere dotato di maniglie in fibra di vetro per consentirne il trasporto ed è di solito assicurato alla lama con appositi rivetti. E' opportuno che la lama sia di acciaio temperato rivestito con vernici speciali contro la ruggine e l'usura del tempo o di acciaio inossidabile. La durezza e la resistenza dei materiali che compongono la lama garantiscono una migliore esecuzione dei lavori di scavo e la sua affilatura consente di tagliare le radici in modo preciso. Dato che si tratta di attrezzi usati soprattutto per scavare e sollevare terra e sabbia è opportuno che la lama sia molto ampia e leggermente appiattita ai bordi in modo da trattenere anche il materiale fangoso. I migliori badili in commercio sono dotati di piccoli piedistalli, i cosiddetti "passi", solitamente posizionati poco sopra il bordo superiore della pala con la funzione di fornire un appoggio sicuro quando si ha bisogno di riposare.

    Pala Badile Da Giardino In Acciaio Con Manico In Legno -2003120

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


    Tipi di badile

    La pala di drenaggio è un particolare tipo di badile utile per scavare canali per il drenaggio e l'irrigazione e buche di impianto in spazi ristretti; è dotato di lama allungata e leggermente arrotondata per penetrare in profondità. Il badile a lama rotonda e quello a lama quadra sono probabilmente gli attrezzi più utilizzati nel giardinaggio; dato che con essi è possibile lavorare e ripulire il terreno. La pala da neve ha invece una lama molto ampia che consente di sgombrare in modo efficace la neve da vialetti e strade. Alcuni modelli di pale da neve sono dotate di un rotore elettrico corredato di piccole lame metalliche che consentono di triturare il ghiaccio e la neve dura spalandola velocemente e senza fatica.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO