Cacciavite

Per iniziare

Molto spesso il neofita parte nella costruzione di un oggetto in legno senza considerare che la parte operativa è solo la finalizzazione del progetto. Fondamentale è la parte preparatoria dove è necessario mettere su carta un vero e proprio modello dell'oggetto che sarà.

Durante questa fase si iniziano già a delineare i problemi che sarà necessario risolvere per arrivare alla costruzione dell'agognato oggetto. Tipicamente in questa fase si deve arrivare a definire quanti e quali semilavorati sarà necessario acquistare e di quali attrezzi ci si dovrà dotare.

Per i pannelli semilavorati conviene recarsi presso un centro specializzato nel fai da te oppure presso una ferramenta.

Cacciavite

Topop 58 in 1 Magnetico con 54 Bit Driver Kit, Cacciaviti di Precisione Set di Telefono Cellulare, Tablet, PC, MacBook, Elettronica Tool Kit di Riparazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 33€)


Utensili necessari

cacciaviti Qui il discorso si fa più complesso dal momento che per la lavorazione manuale del legno sono necessari alcuni strumenti. Senza questi sarà praticamente impossibile lavorare. Una dotazione "tipo" potrebbe essere la seguente:

- un tavolo da lavoro ampio e ben solido idealmente dotato di una morsa (sembra scontato, ma è forse l'attrezzo più importante)

- matite da falegname

- livella (fondamentale per testare la regolarità della struttura che si sta cercando di creare)

- squadra e falsa squadra

- metro da falegname (meglio avere a disposizione anche un flessometro)

- punteruolo, compasso, calibro e goniometro

- martelli (con chiodi di varie misure)

- seghe di vario tipo (partire con almeno un seghetto da traforo, ideale sarebbe dotarsi anche di un seghetto elettrico)

- avvitatore (anche se non si tratta di mobili assemblabili stile IKEA, questo strumento si rivela sempre utile)

- scalpello e pialla

- sgorbie per legno

- viti per legno e cacciavite

- collanti per legno

L'hobbista più esperto può poi tentare l'acquisto di strumenti di lavorazione più complessi quali:

- il trapano a colonna con punte da legno (elicoidali, mecchie a tre punte, seghe a tazza, …)

- la levigatrice

- sega a nastro

- pialla a spessore

Vi sono poi oggetti che sono necessari in funzione di quello che si vuole realizzare: ad esempio sono necessarie le cerniere se si intende realizzare un qualcosa che abbia le ante oppure il graffietto se si devono realizzare incastri.

Tutto il materiale necessario per la rifinitura, come ad esempio le vernici rappresenta un altro problema; la soluzione migliore è quella di chiedere un consiglio direttamente alla ferramenta oppure al tecnico del centro bricolage di fiducia.

In definitiva per gli attrezzi la regola da seguire è quella dettata dal buon senso. Comprare pochi attrezzi per volta ma di ottima qualità: ne gioverà sia la qualità dei costrutti che il livello di sicurezza.

  • Avvitatore elettrico Gli avvitatori elettrici hanno una forma a pistola sia per facilitare l'impugnatura che per renderli più maneggevoli. Esistono anche avvitatori a forma di cacciavite, molto meno potenti e meno comodi ...
  • Alcune note Le punte per il trapano sono un utensile, se poi è giusto parlare di utensile e non più corretto definire le punte per il trapano come un vero e proprio strumento di lavoro, molto importante e assolut...

Stanley STHT0-62143 Set Giraviti Inserti e Chiavi a Bussola, 57 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€
(Risparmi 15€)


Cacciavite: Esempio di lavorazione

sedia fai da te La scelta dell'oggetto da costruire dipende molto dal livello di esperienza del novello artigiano. Mentre non ci sono potenzialmente limiti alla fantasia di un artigiano esperto, conviene, per chi è alle prime armi, misurarsi inizialmente con la realizzazione di oggetti semplici. Non c'è modo migliore per aumentare la propria autostima ed alimentare la passione per il fai da te.

Per esempio un modo per iniziare a prendere la mano potrebbe essere quello di cimentarsi con le riparazioni degli oggetti in legno. Un esempio è la sedia in legno con una gamba spezzata. Le sedie di legno in casa, specie se si hanno bambini, vengono spesso sollecitate al punto tale da rompersi, presentare parti allentate o peggio telati fuori squadra.

Nel caso si debba riparare una gamba rotta, il primo passo è quello di realizzare un foro d'invito nel centro del moncone con uno scalpello e poi affondare in questo la punta del trapano per realizzare un foro pari allo spinotto in legno da inserire. Stesso procedimento deve essere fatto sul pezzo della gamba. Queste operazioni rappresentano certamente la parte più difficile dal momento che bisogna saper maneggiare il trapano per realizzare un foro sia sulla parte solidale al telaio sia sulla parte spezzata senza ulteriormente danneggiare il pezzo e ... senza farsi male. Fatto questo basta spalmare un po' di colla vinilica su metà dello spinotto ed inserirlo nel foro praticato in precedenza sulla gamba spezzata solidale al telaio. Qualche colpo di martello servirà a bloccare il tutto. A questo punto basterà spalmare la colla anche sulla parte emersa dello spinotto ed inserire il moncone. Se tutto è stato fatto bene la sedia ritornerà praticamente come nuova.



COMMENTI SULL' ARTICOLO