Lesioni, metodi semplici per valutarle

Le lesioni negli edifici

Qualsiasi costruzione, se sollecitata, può manifestare dei segnali di tensione interna. Questi possono essere di diverso tipo. Tra i più comuni si collocano gli scricchiolii e le cosiddette lesioni. Esiste, però, lesione e lesione. Non tutte, infatti, sono sinonimi di grossi problemi e per questo motivo non sempre avere una lesione al proprio edificio significa che vi sono rischi immediati per la sua stabilità. Proprio per questo è importante poter risalire alle cause del problema in maniera precisa, per avere un quadro chiaro della situazione e pensare alle soluzioni possibili. Per farlo nella maniera migliore è bene affidarsi a personale altamente specializzato ed esperto. Prima di proseguire con qualsiasi altra considerazione è bene sottolineare che fessurazioni e lesioni possono interessare sia edifici vecchi che nuovi, in maniera completamente indipendente dal tipo di materiale usato per la costruzione. Da sfatare, quindi, il mito per cui le lesioni e le problematiche eventualmente connesse possono riguardare solamente gli edifici più datati.

crepa in muratura

Zacro Mini Pistola Colla a Caldo Professionale con 30 Bastoncini Colla a Caldo 7mm 20cm Ultra-lungo, Pistola Incollatrice Alta Temperatura per Lavori Fai Da Te Uso Domestico o Ufficio, 20-watt - Versione Aggiornata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€
(Risparmi 13€)


Causa delle lesioni e prime valutazioni sui solai

esempio di crepa nel muro Le cause delle lesioni sono da imputare ad un qualsiasi tipo di dissesto al seguito del quale ogni tipologia di edificio cerca un nuovo equilibrio a livello statico. Proprio la frattura che si crea consente di poter mantenere questo equilibrio e, quindi, di poter rimanere in piedi, riducendo il più possibile le tensioni che ne caratterizzano le strutture interne. Mediante delle semplici valutazioni iniziali è possibile capire se è necessario un ulteriore approfondimento o se è sufficiente intervenire con garza e stucco per porre rimedio alla situazione. Le valutazioni da fare dovranno partire da 2 elementi importanti ovvero il verso della lesione e la tipologia di struttura interessata dal problema. I 2 aspetti vanno, ovviamente, analizzati congiuntamente. Se le lesioni riguardano, in particolare, i solai andranno approfondite solo se sono trasversali ai travetti. Se, invece, sono parallele ad essi non vi è alcun rischio.


    Festool 768019 - Fresatrice per lavori di ristrutturazione rg 150 e-plus

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 949,75€


    Verifica delle lesioni su muri e pavimenti

    muratura crepata Qualsiasi lesione vada ad interessare le strutture verticali può dipendere, ad esempio, da distacchi d'intonaco, ossidazioni, elementi sotto traccia estranei al materiale della struttura. Per una semplice indagine essenziale non servono attrezzi specifiche nè particolari conoscenze. La lesione va messa a nudo ma non bisogna agire direttamente su essa. Con una semplice martellina si rimuove lateralmente alla lesione il rivestimento della struttura. In ogni caso, per non preoccuparsi è bene che la lesione presente non vada ad interessare i conci murari.

    Le lesioni possono riguardare anche i pavimenti ed anche in questo caso bisogna fare apposite indagini. Non di rado, infatti, si assiste alla comparsa di strani rigonfiamenti. In questi casi, per una verifica è sufficiente utilizzare il manico di una scopa percuotendo la superficie del pavimento su vari punti ed ascoltandone il suono per verificarne la tenuta. Il pavimento può restituire un suono più o meno sordo da cui si potrà capire se il sollevamento è continuo o riguarda solo una parte. Le stesse operazioni sono utili per la verifica di rigonfiamenti presenti sui soffitti.


    Lesioni, metodi semplici per valutarle: Lesioni sui balconi

    crepa in balcone Se le lesioni si verificano sui balconi ed in particolare sui correnti di marmo significa che le strutture a sbalzo sono eccessivamente flessibili specie se il materiale è fragile e poco resistente.

    Importantissimo al fine della valutazione risulta essere prendere in considerazione la quantità delle lesioni, la frequenza con cui le stesse interessano la struttura di riferimento e, cosa non meno importante, la loro localizzazione. La presenza di un paio di lesioni non è da ritenersi pericolosa per la stabilità della struttura. Il discorso cambia nel caso la presenza delle lesioni sia piuttosto diffusa. La causa, infatti, in questo caso potrebbe essere più seria e meritevole, quindi, di un approfondimento. Un'azione palliativa, oltre ad essere completamente inutile, potrebbe tra l'altro essere particolarmente pericolosa.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO