Potatura Ciliegio

vedi anche: Potatura

Potatura ciliegio attrezzi

Prima di eseguire qualsiasi operazione di giardinaggio, ma anche in qualsiasi altro campo, c'è sempre bisogno di qualche mezzo di cui è necessario munirsi per far si che la pratica sia volta nel migliore dei modi e che non raggiunga uno scopo insoddisfacente. Pertanto, è sempre bene, quando si è decisi a mettersi al lavoro, di interrogarsi su quale siano gli attrezzi necessari e di fare in modo di averli a disposizione.

Lo stesso discorso vale, ovviamente, per l' operazione di potatura del ciliegio. Il ciliegio è una pianta che non risponde molto bene a questa pratica, in quanto può presentare problemi e rinsecchimenti, se la pratica non è eseguita con dovizia.

E' quindi necessario sapere quali sono gli attrezzi di cui è necessario disporre per eseguire un buon lavoro e si tratta di : forbici, per tagliare rami dal diametro molto ridotto ed eventuali foglie; cesoie, per eliminare rami “secondari” con un diametro che non superi i cinque centimetri; la sega per l' eliminazione di rami centrali e molto massicci e gli svettatoi, per l ' eliminazione di rami posti in cima all'albero che possono ostruire il passaggio del sole e del calore a tutte le parti della pianta.

E' molto importante, dopo essersi muniti di tutti questi attrezzi, saperli utilizzare, perchè un cattivo utilizzo di tali attrezzi porterebbero delle gravi conseguenze alla salute delle piante: basta un taglio eseguito male per esporre l' albero di ciliegio all'incursione di malattie di patologie più o meno gravi che poi si ripercuotono sulla salute della pianta e, quindi, anche sulla sua produzione, sia essa fruttifera che floreale.

ciliegio fiorito


Come potare il ciliegio

potare il ciliegio Prima di mettersi al lavoro è necessario sapere come questo va svolto, pertanto, quando si procede a potare un albero di ciliegio, è bene sapere che esso necessita di due tipi di potatura a seconda dell' età che possiede: ci sono infatti potature di formazione e potature di mantenimento, ognuna volta a determinati scopi diversi e quindi da compiere con tecniche diverse.

Per i primi anni di crescita della pianta è necessaria la potatura di formazione, per gli altri è bene eseguire quella di mantenimento. Per potare un ciliegio nel modo migliore deve essere utilizzata la modalità del taglio di ritorno, che è utile per far in modo che la pianta produca nuovi monconi. I rami devono essere potati nel punto della diramazione e il taglio deve essere effettuato in modo obliquo e con attrezzi ben sterilizzati, per far si che il esso cicatrizzi e non esponga la pianta a infestazioni. E' molto meglio se i tagli vengono eseguiti da una mano esperta, senza esitazioni e che non provochi scagliature, che potrebbero essere dannose alla pianta.

  • potatura Il giardinaggio è un' attività che è piacevole è anche particolarmente utile, per se stessi e per l' ambiente. Tuttavia, è anche un' occupazione che richiede lavoro, pazienza, accortenza e abbastanza ...
  • potatura delle rose Ogni qualvolta ci sceglie una casa, qualsiasi sia lo scopo per cui si commette quest' azione, si deve tenere in considerazione non solo il fatto che la pianta una pianta può essere un elemento decorat...
  • gelsomino Tra le varie occupazioni che rientrano sotto il nome di fai da te, una è quella del giardinaggio, un' attività che richiede impegno e dedizione ma che, allo stesso tempo, è in grado di ripagare appien...
  • potatura del melo Il giardinaggio rappresenta uno tra gli hobby, se così si può definire, più diffuso e praticato al mondo, per i tanti benefici che è in grado di apportare sia alle piante che vengono curate, sia agli ...


Quando potare ciliegio

tagliare rami ciliegio Il ciliegio non è una pianta che si presta particolarmente bene alla potatura, in quanto si tratta di una varietà piuttosto fragile, che soffre dei tagli o di eventuali azioni non eseguite bene. Inoltre, ha difficoltà a cicatrizzare le proprie ferite senza l' uso di materiali adatti.

Prima di potare questo genere di albero da frutto è anche fondamentale conoscere con precisione quando è opportuno eseguire questa pratica per evitare di danneggiare irrimediabilmente la pianta.

Il periodo migliore per effettuare la potatura del ciliegio è quello della fine dell' estate ma comunque, è necessario distinguere tra i differenti tipi; se si tratta di un taglio di formazione, è bene eseguirlo a inizio estate-fine primavera, mentre se deve essere eseguita una operazione di mantenimento, è bene che questa sia realizzata in inverno.


Accorgimenti per potare il ciliegio

eseguire potatura Un altro accorgimento molto importante da tenere quando si fa un taglio su una pianta, è cercare di dare un senso di taglio che favorisca il naturale scivolamento dell'acqua sulla superficie aperta al taglio. Si deve cioè cercare di ridurre al minimo le zone dove può ristagnare l'acqua, evitando avvallamenti o piccole fossettine nei tagli. La superficie di taglio deve essere liscia e pendente in modo tale da far scivolare l'acqua piovana che cade su di essa. Questo accorgimento è molto importante per evitare che l'acqua ristagni nelle superfici aperte dal taglio e quindi per evitare che i funghi proliferino. L'umidità è infatti uno dei fattori più frequenti che causano malattie funginee e un taglio realizzato a regola d'arte diminuisce le probabilità dell'insorgenza di questo tipo di malattie in maniera molto importante.


Potatura Ciliegio: Come effettuare il taglio per potare ciliegio

potatura ciliegi Oltre a scegliere il periodo giusto e a prestare attenzione a potare la pianta con un criterio finalizzato agli obiettivi che si vogliono ottenere, è molto importante, durante l'operazione, verificare la modalità con la quale viene effettuato il taglio vero e proprio.

Il taglio, infatti, deve essere più preciso e netto possibile. Per la potatura del ciliegio, come per l'esecuzione dell'operazione per tutte le altre piante, dobbiamo utilizzare una lama ben affilata e degli strumenti da taglio che facciano un taglio netto, preciso e pulito.

Per eseguire questa operazione sono sconsigliatissimi tutti gli strumenti come le seghe, le motoseghe ed i seghetti ovvero tutti gli strumenti che hanno una lama con dei denti. Il taglio di questi strumenti è scomposto, abrasivo e apre moltissimi punti di ingresso ad eventuali patogeni, lasciando spesso il bordo dei rami tagliati sfibrato e rotto.

Per la potatura invece dovremo utilizzare delle forbici o delle cesoie o dei forbicioni a leva, strumenti ideali in quanto producono un taglio netto e deciso che lascia la superficie di taglio integra e senza abrasioni o strappi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO