Trapani

Quando ci troviamo a dover realizzare dei lavori di fai da te, l’utilizzo di alcuni strumenti da lavoro è indispensabile per facilitare le operazioni, per ridurre la fatica fisica dell’uomo e per ottenere il risultato desiderato e un lavoro realizzato a regola d’arte! Per esempio, se dobbiamo eseguire dei fori nella parete di casa per appendere un quadro, un attaccapanni o altro ancora, l’impiego di un trapano renderà l’operazione più semplice e rapida. Questa macchina utensile è quindi lo strumento ideale da acquistare e da tenere sempre in casa per eventuali lavori di fai da te. Sul mercato esistono oggi infiniti modelli e tipologie di trapani, con caratteristiche tecniche particolari e differenti in base al tipo di lavoro che si deve effettuare. In ogni caso, prima di acquistare uno o l’altro modello è importante conoscere quali fattori sono da tenere in considerazione per disporre di uno strumento valido, ... continua

Articoli su : Trapani


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Trapano tassellatore

      Bosch GBH 4-32 DFR Un trapano tassellatore effettua fori e difficili lavori di demolizione di materiali duri con un'azione di percussione.
    • Avvitatore Hitachi

      esempio di avvitatore hitachi Il trapano avvitatore Hitachi è disponibile in molti modelli, efficienti, pratici ed affidabili. È adatto sia per usi professionali che hobbistici.
    • Trapani a colonna

      Trapano a colonna per forare legno I trapani a colonna possono essere con basamento a terra o poggiati su un banco di lavoro, in base alle loro dimensioni e alla funzione che devono svolgere.
    • Trapano hitachi

      Trapano avvitatore Avere trapani affidabili è un qualcosa di irrinunciabile durante le lavorazioni e i trapani Hitachi hanno questa caratteristica distintiva.
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , sicuro e in grado di garantire un lavoro di qualità! Vediamo quindi quali sono i fattori che non possono di certo essere tralasciati da chi si accinge ad acquistare un nuovo trapano. Primo fra tutti la potenza, ossia la forza e l’energia con cui il trapano penetra nella superficie in questione (sia questa fatta in legno, muratura o altro), la percussione, cioè la capacità della punta del trapano di forare materiali molto resistenti e di effettuare inoltre piccoli spostamenti in avanti e indietro percuotendo cosi il materiale e riducendolo in piccoli frammenti; il peso dello strumento (più sarà leggero più sarà ergonomico e facile da maneggiare ma è bene ricordare che i trapani che hanno un peso maggiore sono solitamente quelli più efficienti, potenti e in grado di offrire prestazioni migliori); il mandrino, ossia il dispositivo che permette alla punta di rimanere salda e collegata al resto dell’attrezzo; infine, la velocità di rotazione del mandrino stesso.

      Una volta acquistato, è importante capire come utilizzare al meglio questa macchina utensile! Non tutti infatti sono degli esperti di trapani e spesso capita che, per informazioni erronee o per la fretta di concludere il lavoro, questo strumento venga impiegato in maniera erronea. Una delle accortezze che è importante non tralasciare riguarda la piantina delle tubature e degli impianti della casa. Questo per evitare che forando una parete ci si scontri con eventuali tubi di gas, acqua o cavi elettrici. Una volta compreso questo, si può tranquillamente passare al lavoro vero e proprio. Il trapano dovrà essere puntato in maniera perpendicolare al piano e andrà tenuto saldamente. Una volta decisa anche la profondità del foro basterà fare più o meno pressione sullo strumento per raggiungere il risultato desiderato!