Sostituzione filtro benzina

Manutenzione automobile

Molte sono le operazioni che è possibile eseguire grazie al fai da te. In alcuni casi il fai da te può essere un ottimo alleato per eliminare, o almeno diminuire, le spese necessarie per la manutenzione della propria auto: in questo caso la spesa da affrontare riguarda soltanto i materiali che vengono utilizzati. Questi ultimi possono essere reperiti presso negozi per articoli per automobili, presso i fornitori stessi dei meccanici (cosa che permetterebbe di ottenere un grosso vantaggio economico), ma anche presso negozi virtuali, ovvero su siti che si occupano della vendita di questi prodotti.

Prendersi cura della propria macchina, in ogni caso, è necessario per la sicurezza e per il mantenimento degli organi meccanici che vengono quotidianamente sottoposti a stress.

A volte, quando non si è molto esperti per quanto riguarda la manutenzione, capita che tutte le operazioni che vanno fatte per tenere in salute la propria auto vengano tralasciate, ci si preoccupa solo di mettere il carburante quando si accende la spia della riserva.

Ma, se non si vogliono incontrare spiacevoli inconvenienti sul proprio percorso, potenzialmente molto dannosi e anche particolarmente gravi, è meglio correre ai ripari, ed eseguire le normali e comuni opere di manutenzione per la propria macchina

Si tratta di operazioni non particolarmente care, ma comunque necessarie per tenere lontani problemi che, invece, potrebbero causare delle spese impreviste e molto salate.

In questo settore, così come in molti altri, il fai da te può essere una valida alternativa agli interventi dei professionisti, ma prima di eseguire una qualsiasi operazione, anche la più semplice, bisogna assicurarsi di sapere come procedere. Ovviamente, poi, bisogna considerare che per operazioni particolarmente difficili è sempre meglio rivolgersi a dei professionisti veri e propri.

Per assicurarsi di operare bene, bisogna sapere come procedere, conoscere bene tutti i passaggi da attuare nel minimo dettaglio. E’ poi molto importante conoscere i materiali che verranno utilizzati , cercando sempre di utilizzare dei prodotti idonei e di indubbia qualità.

esempio di <strong>filtro benzina</strong>

Inhdbox - Set di 2 rubinetti benzina universali, con interruttore, per generatori, motori a gas, serbatoi di carburante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,59€


Filtro benzina

esempio filtro della benzina Il filtro della benzina è un elemento che serve per raccogliere le impurità che potrebbero essere presenti nel carburante, prima che esse possano arrivare nelle camere di combustione: una benzina nella quale sono presenti delle impurità, qualora venga utilizzata, causerebbe notevoli problemi alla macchina.

Avere un combustibile pulito e privo di impurità è fondamentale per una buona combustione ed è proprio come la depurazione dell’ aria attuata dal filtro dell’ aria, qualcosa di necessario, sia perché impedisce il crearsi di problemi, sia per fare in modo che i consumi del motore siano più bassi, sia per assicurare un rendimento e delle prestazioni ottimali da parte del motore.

Ma come funziona il filtro della benzina?

Bisogna sapere che la benzina viene prelevata da dentro al serbatoio tramite la pompa per essere inviata al sistema di alimentazione del motore.

Il compito di quest’ultimo elemento, che nelle moderne auto è ad iniezione, è quello di miscelare aria e benzina, secondo la proporzione adeguata ed ottimale.

Tuttavia, proprio come accade per l’ aria che al suo interno può presentare delle impurità che causerebbero problemi durante la combustione e al funzionamento generale della macchina, anche la benzina deve essere pulita da tutti i microelementi.

Per raggiungere questo scopo la macchina ha installato un filtro benzina che nel corso dei chilometri raccoglie le differenti impurità presenti e che, per questo motivo, va periodicamente sostituito.


  • manutenzione automobile In tempi come questi, il fai da te è una cosa che aggrada sempre di piu, quando si tratta della propria automobile poi, è ancora meglio. In questa sezione infatti troverai tantissimi articoli relativi...
  • auto sul ponte Quando si varca il campo della manutenzione automobile, la cosa più facile che possa capitare è quella di trovarsi di fronte a tanti quesiti, perché quando si parla di auto, ci si può chiedere pratica...
  • Conoscere le manutenzioni basilari di un auto è molto importante in quanto ci permette, attraverso il fai da te, di risparmiare tempo e denaro. Scopriamo insieme quanto conosci la tua auto e se sei in...

Open Parts KFF0039 Filtro Abitacolo e Filtri Motore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,47€


Quando sostituire filtro benzina

filtro benzina Ma quando va effettuata la sostituzione filtro benzina all’interno della propria macchina? Ovviamente, a seconda del modello di macchina e della benzina che si utilizza, vi sono diverse esigenze, e quindi anche tempi diversi per la sostituzione del filtro, pertanto le “date” che verranno qui riportate sono da ritenersi come riferimenti a scopo indicativo.

Per quanto riguarda le auto di vecchia generazione, quelle “ a carburatore”, è prevista la sostituzione del filtro della benzina ogni 10.000-20.000 chilometri circa, a seconda di quanto viene sfruttata la macchina.

Per quanto riguarda invece le auto di nuova generazione, se queste sono a benzina, il cambio del filtro è previsto con molto più spazio tra l’ una e l’ altra sostituzione: di solito i costruttori consigliano la sostituzione filtro benzina ogni 100000 km, anche se poi è sempre necessario controllare il libretto “uso e manutenzione” della propria auto per essere sicuri della percorrenza indicata prima che sia necessario intervenire.


Sostituire filtro carburante

posizione filtro benzina Un fattore determinante per l'intervallo prima del cambio è anche rappresentato dall'età dell'auto e dal fatto che si viaggi spesso in riserva. Se un'auto ha una certa età, infatti, è più probabile che sul fondo del serbatoio si depositino residui di vario tipo, che, viaggiando in riserva, possono entrare nel circuito di alimentazione, andando ad intasare prematuramente il filtro.

Per le auto diesel, sempre di nuova generazione, per le quali la sostituzione deve avvenire più frequentemente, in genere il cambio è previsto ogni 60.000Km, meno rispetto ai motori a benzina per il fatto che questo tipo di carburante presenta maggiori impurità.

A prescindere però da questi dati, vi sono casi in cui la necessità di pulire o di sostituire il filtro della propria benzina è improvvisa e causata da problemi. Questa necessità si manifesta con difficoltà durante le partenze, con strattoni nelle marce, con perdita di colpi durante l’ accelerazione a bassi regimi.

Se il filtro è di carta, quando è sporco va necessariamente sostituito, mentre quando è di spugna o di metallo può essere pulito con un adeguato solvente.


Sostituzione filtro benzina: Cambio filtro benzina

cambio filtro benzina Per la sostituzione filtro benzina, ecco la guida che bisogna seguire:

1. La prima cosa da fare, è individuare il filtro.

Nelle macchine di vecchia generazione, a carburatore, il filtro si trova ben in vista all’interno del vano motore, ed è raggiungibile in modo semplice e pratico. Nelle auto di nuova generazione, ad iniezione, invece, il filtro della benzina di solito è riparato da una protezione, pertanto non è a vista e quindi non è nemmeno facilmente raggiungibile visto anche che, spesso, è posizionato sotto il pianale dell'auto.

2. Una volta individuato il filtro, attraverso un cacciavite o con una pinza, a seconda del tipo di fascetta, bisogna allentare le fascette che si trovano alle due estremità e che lo collegano saldamente al tubo all’interno del quale scorre la benzina dal serbatoio alla zona di combustione. Prima di fare questo è opportuno bloccare le estremità del tubo con una pinza a scatto, che consenta di non avere una fuoriuscita di carburante quando si smonta il filtro.

3. Ora, bisogna sfilare il filtro dai tubi cui è collegato, facendo attenzione a non danneggiare nulla.

4. A questo punto il vecchio filtro può essere pulito, se del tipo riutilizzabile, oppure gettato via, per essere smaltito secondo l norme previste per rifiuti speciali.

5. A questo punto, il tubo va fissato nuovamente alle estremità del nuovo filtro o del filtro pulito , e le fascette vanno strette in modo accurato e saldo, proprio come prima . Per essere sicuri di montarlo bene, bisogna fare attenzione che il verso di montaggio sia corretto: in genere, l’ indicazione al riguardo è riportata sul filtro stesso. Controllare il verso della freccia rappresentata su di esso, per evitare di montarlo al contrario.

Se invece la propria macchina ha un filtro che non si trova a vista, ma celato sotto le tubazioni rigide, così come la maggior parte delle auto di nuova generazione, è bene rivolgersi a degli specialisti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO