Alberi latifoglie

Le informazioni di base sugli alberi latifoglie

Spesso sentiamo parlare di alberi latifoglie e, nella larga maggioranza dei casi, la nostra conoscenza in tema si ferma ben presto. Nel senso che qualora non abbiamo la fortuna di incontrare chi fa parte della ristretta cerchia degli addetti ai lavori o qualcuno che è estremamente interessato o appassionato di botanica, tendenzialmente molti ci risponderanno semplicemente che questa tipologia di albero è quella caratterizzata da foglie larghe. E, ad onor del vero, non si tratta di una risposta op di una descrizione sbagliata, ma, semmai leggermente approssimativa e non del tutto esauriente. A conti fatti, però, non possiamo che definire queste piante come quelle caratterizzate da foglie larghe in netta contrapposizione a tutti quegli altri tipi di piante caratterizzate da foglie sottili e più o meno lunghe vale a dire quelli che definiamo alberi aghifoglie.
alberi di latifoglie

Hauert HBG Dünger 106 420 Fertilizzanti latifoglie e conifere granuli SPHERO 20 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 57,62€


Le caratteristiche principali degli alberi latifoglie

quercus polycarpa Ma, come è nostra buona abitudine consolidata ormai da lungo tempo, procediamo con ordine e iniziamo a comprendere quegli elementi di base che saranno per noi più funzionali alla nostra discussione e che ci permetteranno di fornire al nostro lettore le informazioni basilari sugli alberi latifoglie scendendo però pur sempre a patti con le esigenze di sintesi che ci impone l’occasione. E quindi, cercando di aumentare la precisione della nostra definizione, dobbiamo considerare essenzialmente che nel linguaggio di tutti i giorni questi arbusti sono quelli a foglie larghe anche se, da un punto di vista squisitamente botanico, così facendo, vi è una sovrapposizione con la specie delle Angiospermae (etimologicamente indicano “piante dal seme protetto”) che sono in realtà caratterizzate sempre e comunque da foglie larghe.

  • Alcune note Quando si parla di alberi italiani occorre essere abbastanza esaurienti in quanto la nostra penisola ha al suo interno una grossa di varietà di piante e fiori da tenere sempre in considerazione. Ad es...
  • Alcune note Gli alberi a foglie caduche sono una tipologia di piante molto diffuse all’interno della nostra penisola come, ad onor del vero, potremmo dire che si tratta di una tipologia di piante, estremamente di...
  • alberi ad alto fusto Attraverso il fai da te è possibile occuparsi di moltissimi settori, cosa che agevola il fatto che tutti possono occuparsi di bricolage. Non solo perché per occuparsi di quest’ ultimo non c’è bisogno ...

TERRICCIO PER LA COLTIVAZIONE DEI BONSAI CONFEZIONE DA 7 Litri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,75€


Esempi pratici di alberi latifoglie

foglie di acero A conti fatti una delle considerazioni che ci può essere più utile a fini esplicativi è la distinzione netta e anche facile da ravvisare a occhio nudo che intercorre tra queste piante e le conifere. Le conifere sono un’altra enorme famiglia di piante che è caratterizzata da foglie sottili a forma di ago, da cui, infatti, assumono il nome con cui vengono comunemente definite, vale a dire le aghifoglie. E mentre questa seconda famiglia botanica, quelle delle conifere aghifoglie, è caratterizzata da specie sempreverdi, al contrario l’oggetto della nostra discussione sono nella larghissima maggioranza dei casi, per non dire nella totalità, caratterizzati da foglie caduche, vale a dire da foglie soggette al cambio stagionale. Tra gli alberi più comuni ci sono: il rovere, il frassino, il leccio, l’olmo, il pioppo, l’acero e il castagno.


Vantaggi delle latifoglie

foglie di pioppo Queste piante presentano moltissimi vantaggi, moltissime peculiarità che le rendono delle piante ideali ad essere coltivate come ornamentali in giardino o nei parchi. In primis a differenza delle resinose, ovvero dei pini e delle piante di quel genere, queste piante non perdono la resina e quindi ci si può tranquillamente parcheggiare sotto la propria automobile senza aver paura che la resina vada ad intaccare la carrozzeria. Le pinaceae infatti perdendo resina dai loro rami sono sconsigliatissime in zone dove abitualmente si parcheggiano le macchine perchè la resina, cadendo sulla carrozzeria, finisce per corroderla e quindi fare un danno non indifferente alla macchina.

Tuttavia anche le latifoglie se si ammalano possono essere pericolose per le nostre macchine. Quando infatti le piante vengono colpite dagli afidi si può verificare una secrezione di melata nei punti in cui gli insetti si sono attaccati. La melata è una sostanza zuccherina appiccicosa che può cadere sulle auto e sporcare la carrozzeria.


Alberi latifoglie: Differenze con Conifere

pioppo Spesso si sente parlare di alberi di conifere e latifoglie come se fossero la stessa cosa; ma non è così.

Quali sono le differenze tra queste due tipologie di alberi? Le conifere sono piante che, di solito, vivono in alta montagna, resistono a climi anche rigidi e la loro particolarità sta nel fatto che la struttura delle foglie è aghiforme, infatti, sono definite anche aghifoglie. Questo tipo di albero è sempreverde, infatti presenta un ricambio continuo nell'apparato fogliare. La sua struttura può definirsi a triangolo, infatti la grandezza dei rami decresce man mano che si sale.

Le latifoglie, invece, vivono in zone pianeggianti o collinari, dove il clima è generalmente temperato; le foglie , come già detto, hanno una grandezza più ampia e sono caduche, vale a dire che, solitamente nel periodo autunnale, cadono lasciando la pianta spoglia, per poi ripresentarsi in primavera. La struttura di questi alberi presenta un apparato fogliare che si sviluppa con una grande chioma.


  • latifoglie Le piante e gli alberi latifoglie si possono distinguere per la caratteristica di avere il seme avvolto da un frutto, in
    visita : latifoglie
  • piante aghifoglie Gli alberi Latifoglie appartengono alle Angiosperme, o come si preferisce dire recentemente in ambito scientifico, alla
    visita : piante aghifoglie
  • piante latifoglie Gli alberi comunemente definiti latifoglie, e cioè dalle foglie larghe, sono più propriamente appartenenti alle Angiospe
    visita : piante latifoglie

COMMENTI SULL' ARTICOLO