Riqualificazione energetica

Tipologie di riqualificazione energetica

E' possibile suddividere in diverse tipologie gli interventi di riqualificazione energetica durante la ristrutturazione di una casa, dal momento che è buona norma effettuare sempre una diagnosi energetica, per evidenziare l'intervento più vantaggioso da operare.

La riqualificazione energetica deve innanzitutto mirare a migliorare il comfort degli ambienti della casa, perché è necessario sentirsi a proprio agio all'interno della propria abitazione; inoltre è bene diminuire i consumi di energia, evitando di aumentare l'impatto sull'ambiente con la diminuzione dell'emissione di inquinamento. Molto importante è anche considerare le risorse energetiche rinnovabili per l'utilizzazione razionale delle risorse e, infine, bisogna ottimizzare i servizi energetici e la loro gestione.

La riqualificazione energetica si dovrebbe operare nel momento della costruzione, poiché si deve modificare la modalità di costruire ed effettuare una manutenzione differente degli immobili già esistenti, al fine di assicurare protezione dell'ambiente e allo stesso tempo permettere all'uomo di vivere meglio. Molti Stati hanno proposto di fornire degli incentivi economici per agevolare la riqualificazione energetica che possa permettere un buon funzionamento delle tecnologie impiegate nell'immobile.

Tra le tipologie di riqualificazione energetica spicca l'ottimizzazione delle prestazioni dell'estetica dell'immobile, tra cui si annoverano l'isolamento a livello termico, il cambiamento di porte e infissi all'interno dell'edificio ed anche la schermatura solare, che deve essere garantita da adeguati sistemi. Pure la sostituzione di vecchi impianti per la climatizzazione e l'illuminazione con altri che assicurano un migliore rendimento dal punto di vista energetico, può essere un'ottima soluzione per la riqualificazione energetica di una casa; la sostituzione può avvenire tramite l'installazione di pannelli fotovoltaici e impianti termici che permettano di risparmiare. Un altro modo per effettuare una corretta riqualificazione energetica della casa è aver cura della gestione della ventilazione naturale degli ambienti, al fine di evitare l'installazione di impianti elettrici per il condizionamento durante i periodi estivi; a tutto ciò va unito un sistema individuale di contabilizzazione che permetta di ridurre i consumi.

Riqualificazione energetica

Kit riqualificazione energetica radiatore, con valvola e detentore attacco per adattatore 3/8"

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29€


Risparmiare con la riqualificazione energetica

riqualificazione energeticaIn Italia e in tutta l'Unione Europea, si può risparmiare fino ad un venticinque per cento considerando i consumi di combustibile necessari a raggiungere la comodità all'interno di tutti gli ambienti, poiché il costo iniziale che serve per la riqualificazione viene ammortizzato in pochi anni.

  • Riqualificazione energetica edifici In Italia i primi interventi normativi in materia di risparmio energetico si devono far risalire al 1991. Nello specifico la legge 10/91 gettava le fondamenta in materia di contenimento dei consumi en...
  • riqualificazione energetica La riqualificazione energetica di edifici esistenti consiste nel renderli in grado di coprire quasi tutte le loro necessità di energia (per riscaldamento e raffrescamento) con dispositivi passivi. Ciò...

Kit riqualificazione energetica radiatore, con valvola e detentore attacco per adattatore 1/2"

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29€


Riqualificazione energetica con l'isolamento termico

La tipologia di riqualificazione energetica migliore per quanto riguarda il miglioramento del comfort, diminuendo i consumi, è rappresentata dall'isolamento termico dell'immobile, che può essere effettuato sia esternamente che internamente. In gergo si chiama rispettivamente cappotto esterno e cappotto interno; l'isolamento esterno viene effettuato attraverso l'applicazione, sulla facciata esteriore della casa, di pannelli di polistirolo spessi circa quattro centimetri, per mantenere costante la temperatura della casa; l'altra tipologia viene invece effettuata attraverso l'inserimento di pannelli di cartongesso sulle pareti interne delle abitazioni; i pannelli in cartongesso devono essere spessi circa due o tre centimetri. L'isolamento termico permette al contempo di risparmiare sia sui riscaldamenti in inverno e sull'aria condizionata in estate, poiché riesce a mantenere la stessa temperatura all'interno della casa per molto tempo ed evita la dispersione di calore.

La riqualificazione energetica di un'abitazione già esistente può avere dei costi maggiori rispetto ad una casa che viene costruita dalle fondamenta, dal momento che si devono operare delle modifiche su una struttura già esistente; ma i costi non sono molto elevati e, soprattutto, possono essere ammortizzati nel giro di pochi anni, grazie al recupero economico e al minore spreco di energia. Riqualificare energicamente la propria abitazione vuol dire risparmiare economicamente e permettere all'ambiente di essere più sano e preservare la sua salute.




COMMENTI SULL' ARTICOLO