Tipologie edilizie

Casa unifamiliare

L'unità fondamentale, per la composizione delle diverse tipologie edilizie, è l'alloggio individuale. Alloggi che risultano essere simili, come dimensioni e forme, possono essere aggregati, in modo da formare dei complessi edilizi, dando vita a delle condizioni urbanistiche, e abitative, che possono essere anche molto diverse tra di loro.

La prima tipologia in esame, quella che sotto molti punti di vista è anche la più auspicabile, è la casa unifamiliare. Questo tipo di costruzione rappresenta l'ideale per le esigenze che concernono la vita familiare, e per la possibilità di avere a disposizione spazi all'aperto, ancora meglio se spazi verdi. Lo svantaggio di questa tipologia di edificio è il costo: economicamente è infatti meno vantaggiosa di altre soluzioni. Sia l'acquisto che la manutenzione sono solitamente piuttosto costose, l'acquisto di un terreno edificabile, che abbia un'ampiezza sufficiente per la realizzazione dell'abitazione, è altrettanto oneroso e non è sempre facile trovare un'area adatta.

Solitamente, nelle grandi città, i luoghi utilizzabili a tale scopo sono quelli più periferici, con i conseguenti svantaggi delle lunghe distanze da percorrere per poter raggiungere il centro. L'edificazione mista, che ha avuto luogo negli anni passati, ha portato inoltre alla costruzione di complessi produttivi e fabbriche nelle stesse zone, causando un degradarsi della qualità abitativa. Oggi si ha la tendenza ad aggirare questo tipo di inconveniente con la costruzione di quartieri satelliti, dove, oltre alle residenze, sono presenti anche i servizi necessari, come quelli ricreativi o commerciali.

In molti paesi anglosassoni, e in generale nel Nord Europa, è diffusa la soluzione a schiera in cui le abitazioni sono caratterizzate dall'essere accostate, in modo da avere due pareti in comune con le case adiacenti e due lati liberi. Ogni nucleo familiare ha la propria indipendenza, grazie agli spazi aperti di tipo individuale, che sono adeguatamente delimitati e che si trovano sul retro e sul fronte dell'abitazione.

Questi edifici hanno solitamente anche una suddivisione molto buona degli spazi funzionali: zona notte e zona giorno sono ripartiti su due livelli, ottenendo così un maggiore spazio a disposizione, a parità di superficie.

Tipologie edilizie

Rampa di carico fissa in alluminio, lunghezza 2 mt

Prezzo: in offerta su Amazon a: 81,99€
(Risparmi 33,8€)


Le palazzine

Tipologie edilizieLa tipologia edilizia più diffusa, nelle zone in cui si ha una bassa densità abitativa, è quella delle palazzine. Si tratta di edifici che, in genere, hanno al massimo quattro piani, gli alloggi sono intorno alla dozzina e sono dotati di uno spazio all'aperto che è a disposizione degli abitanti. Questo tipo di soluzione abitativa è piuttosto conveniente, sia per quanto riguarda le spese di costruzione sia per quelle di manutenzione.

L'evoluzione delle palazzine ha portato alle case a torre chiamate così, a causa del loro maggiore sviluppo in altezza. Questa tipologia edilizia è solitamente caratterizzata da un nucleo centrale in cui si trovano i servizi: scale e ascensore, che sono indispensabili, dal momento che si hanno almeno sei piani. In questi casi, le soluzioni migliori sono quelle in cui si hanno, su ciascun piano, da un minimo di due ad un massimo di quattro alloggi. Quando gli appartamenti su uno stesso piano aumentano, la funzionalità diminuisce.

Dal punto di vista dell'urbanistica, si presuppone, in questo caso, di avere condizioni di elevata qualità, in termini di disposizione e orientamento degli edifici e di viabilità.

  • materiali edili Ogni qualvolta si sceglie di dedicarsi ad operazioni di fai da te, si sceglie di eseguire operazioni che, contemporaneamente, permettano di fare cose utili e divertenti: che uniscano, quindi, l' utile...
  • sabbia silicea Una passione è per sua natura qualcosa che porta via tempo ed energia, quando la si pratica e anche quando si fa altro. Si può essere appassionati praticamente di tutto, anche se non tutte le passioni...
  • travi Se il mondo dell’edilizia oggi è uno dei più ricchi e variegati in assoluto, il merito è in grandissimo parte della capacità umana di trovare costantemente soluzione ai problemi e alle difficoltà stru...
  • paloma ceramica Ci sentiamo a disagio a definirlo semplicemente un materiale antico, perché, a ben vedere, abbiamo a che fare con qualcosa di molto più elevato. Un materiale storico, che se potesse parlare avrebbe da...

Rampa di carico fissa in alluminio, lunghezza 2,5 mt

Prezzo: in offerta su Amazon a: 121,44€
(Risparmi 17,81€)


Tipologie edilizie: Edifici a cortina

La tipologia edilizia che prevede lo sviluppo in lunghezza di edifici a più piani, per una larghezza corrispondente a quella di un singolo alloggio, è quella che riguarda gli edifici a cortina.

Alla base della struttura si ha un numero di ingressi pari a quello delle scale che permettono di accedere agli appartamenti. Una versione particolare degli edifici a cortina è quella che viene denominata duplex: lo schema compositivo ricalcato è quello delle abitazioni unifamiliari a schiera. L'entrata è situata nella zona giorno e, tramite la scala interna, è possibile accedere alla zona notte situata al piano superiore oppure inferiore. Si ha in questo caso un ulteriore vantaggio: la zona giorno, che solitamente è anche la più rumorosa, non viene a trovarsi immediatamente contigua a quella notte, che rimane quindi nella zona più tranquilla della casa. Un esempio di questo tipo di architettura nella storia è dato dalla Unitè d’Habitation, che si può trovare a Marsiglia e che è stata progettata dall'architetto Le Corbusier. Si tratta di un edificio in cui è contenuto un quartiere intero: accanto a negozi, servizi e attrezzature ricreative, si hanno alloggi per 1500 abitanti. Intorno all'edificio si ha un ampio spazio verde, a completa disposizione dei residenti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO