Costruire la casa domotica

Costruire la casa domotica

Gli impianti domotici di ultima generazione hanno lo scopo di centralizzare la gestione degli automatismi domestici in un unico sistema di comando e controllo. In ambito domestico la domotica può essere applicata agli impianti elettrici, di illuminazione, di riscaldamento, di intrattenimento, ai sistemi di sicurezza come allarmi e anti furti, quindi alle barriere ovvero porte e finestre, cancelli, tapparelle e ad ogni tipo di elettrodomestico presente in casa. Nonostante il concetto di domotica sia relativamente moderno ed appartenga a logiche prettamente industriali, basti pensare alle catene di produzione completamente automatizzate che consentono la fabbricazione di ogni genere di prodotto senza l'intervento umano, solo recentemente e grazie allo sviluppo di tecnologie sempre più valide ed economiche, è stato possibile realizzare sistemi in grado di connettere insieme la gestione degli impianti presenti in una casa moderna. Costruire la casa domotica dei propri sogni oggi è possibile grazie al progresso dell'elettronica e delle nuove tecnologie, che rendono sempre più vantaggioso il rapporto tra costi e benefici anche nelle applicazioni di tipo domestico. La domotica permette di aumentare notevolmente il confort e la sicurezza domestica, fattori che incidono sensibilmente sulla qualità della vita delle persone, ma consente pure di ridurre le spese di gestione degli impianti e ottimizzare i consumi energetici intervenendo su di essi esclusivamente via software, anche collegato in rete.

casa domotica

Marley flowline Assemblea nero quadrato grondaia Kit per casa a schiera fino a 8 metri (7,6 m) FRONTAGE Plus 8 Metro (7,6 m) posteriore inclusi 2 set di 2 piani quadrato downpipes

Prezzo: in offerta su Amazon a: 343,6€


Possibilità e vantaggi degli impianti di domotica

Può sembrare fantascienza ma i moderni impianti domotici possono essere controllati e comandati a distanza per mezzo di qualsiasi dispositivo collegato a internet e in grado di interagire col computer di casa in modo da poter monitorare, anche a distanza, eventuali fuoriuscite di gas o acqua, alzare e abbassare le tapparelle per dar luce alle piante, controllare parametri ambientali come l'umidità, il vento, la pioggia e così via. Probabilmente neanche tutti i vantaggi che offre la domotica possono essere compresi appieno proprio perché ognuno può, sulla base delle proprie esperienze, utilizzare le moderne tecnologie per soddisfare qualsiasi tipo di esigenza domestica.

    Sinergia di oli essenziali per diffusore ad ultrasuoni CONTRÉE

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,1€


    Sviluppo delle tecnologie domotiche

    domotica e smartphone Le case produttrici di elettrodomestici stanno evolvendo i loro prodotti verso livelli sempre più sofisticati di automazione unificando gli stessi intorno a degli standard produttivi unici. Già da alcuni anni sono disponibili sul mercato lavatrici in grado di auto programmarsi, forni elettrici capaci di accendersi e spegnersi da soli, frigoriferi che regolano automaticamente la temperatura in base al tipo e alle quantità di cibi in essi contenuti. La possibilità che tutti questi elettrodomestici possano inter connettersi e dialogare tra loro grazie alla presenza di connettori standard che ne permettono il collegamento ad un sistema centralizzato di gestione, scaturisce della crescente necessità, che hanno le aziende del settore, di competere in un mercato che si evolve verso logiche di automazione domestica.


    Fasi di realizzazione e componenti di un impianto di domotica

    Per costruire la casa domotica è necessario valutare le reali esigenze del cliente e il bisogno che ha di automatizzare in tutto o in parte le funzioni che svolge nella propria abitazione. Se non si hanno le idee chiare su come utilizzare e quanto spendere per poter usufruire di questa tecnologia è comunque possibile lasciare spazi a disposizione all'interno del quadro elettrico e scatole vuote in campo dove allocare in futuro le apparecchiature necessarie dell'impianto domotico. Una volta stabilite le reali esigenze del cliente si procede a valutare fino a quanto le operazioni che egli intende svolgere debbano essere automatizzate in modo da poter passare alla fase di progettazione e alla valutazione dei costi dell'impianto. La realizzazione dell' impianto segue la fase di progettazione e può essere soggetta a modifiche in corso d'opera. In linea di massima un impianto domotico necessita di sensori in grado di percepire cambiamenti ambientali e individuare delle situazioni predefinite, di un cavo schermato unico, cosiddetto "bus", capace di trasmettere segnali ai vari componenti dell'impianto e portare la tensione necessaria ad eseguire i comandi, di attuatori che fungono da interruttori e di un alimentatore posto all'interno del quadro elettrico con la funzione di alimentare, a bassa tensione, il sistema.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO