Sostituzione cinghia di distribuzione

Cinghia di distribuzione

Attraverso il fai da te è anche possibile occuparsi della manutenzione dei propri veicoli, imparando nuove tecniche e apprendendo nuove notizie che possono sempre risultare utili in futuro. Grazie a ri fai da te è possibile conoscere quando , perché e, in alcuni casi, come svolgere delle operazioni, più o meno semplici, che senza il fai da te sarebbero state affidate a dei professionisti esterni. Quindi si tratta di operazioni che è anche possibile portare a termine con un budget di gran lunga inferiore senza compromettere in questo modo la bontà del lavoro.

Di tanto in tanto, una macchina ha bisogno della sostituzione della cinghia di distribuzione.

Il periodo di durata di una cinghia dipende da alcuni fatti; solitamente le case costruttrici indicano sul libretto d'uso, dopo quanti chilometri percorsi va cambiata la cinghia. Un altro fattore importante è il tempo trascorso dall'ultima sostituzione o dall'acquisto dell'auto.

Può capitare, infatti, che si percorrano pochi chilometri annuali, ma la cinghia, in gomma, tende a seccarsi e, in questo caso, andrà sostituita prima della scadenza chilometrica indicata dalla casa.

Esistono anche automobili che al posto della cinghia montano una catena di distribuzione, in questo caso, la sostituzione non è prevista, se non per difetti particolari o dopo lunghissime percorrenze.

cinghia di distribuzione

Kis Messa in Fase Motore USAG 1318 - Per FIAT MULTIPLA / STILO / BRAVO / BRAVA 1600 16V - Sostituzione Cinghia Distribuzione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 155,97€


Sostituzione cinghia di distribuzione

esempio di cinghia di distribuzione montata In genere, quando si va dal meccanico, è lui a comunicarci quando va sostituita la cinghia, ma, soprattutto se non si è pratici di motori, in genere non si capisce dove sia davvero il problema e da cosa sia causato. O, perché no, si acconsente a permettere la sostituzione senza neppure sapere cosa sia la cinghia di distribuzione. Bene, oggi risponderemo anche a questa domanda.

La cinghia di distribuzione è un elemento della macchina che ha lo scopo di trasmettere il moto che parte dall’ albero motore, all’ albero a camme, elemento che serve per dare una regolazione molto precisa alle diverse fasi del motore, che sono aspirazione, compressione, scoppio e scarico.

La rottura della cinghia, nella maggior parte dei motori, può provocare la piegatura delle valvole, danno grave e molto costoso da riparare. Ciò avviene perchè, in caso di rottura della cinghia, le valvole si bloccano e il pistone può piegarle.

Insomma, si tratta di un elemento molto importante e fondamentale, che ha bisogno delle giuste attenzioni e controlli per evitare pericolosi e costosissimi problemi.

Solo in alcuni particolari casi, in motori in cui le valvole sono montate perpendicolari ai pistoni, la rottura non provoca danni ingenti.

    Open Parts WAP8384.00 Pompa Acqua

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,13€
    (Risparmi 1,84€)


    Manutenzione auto

    controllo olio automobile Ogni tot di tempo, è sempre necessario effettuare dei controlli per verificare che la propria macchina abbia tutti i pezzi perfettamente “in forma”, e che quindi i propri viaggi siano sicuri.

    Ad esempio, è bene effettuare le varie operazioni di routine, come il controllo delle gomme, dell’ olio ecc ecc. Si tratta di piccole operazioni, che però spesso riescono a permettere alla macchina di conservarsi in maniera migliore e quindi di essere più longeva, mentre al guidatore permette di ottenere la massima sicurezza nei viaggi che compie.

    E' indispensabile dedicare un po' di tempo ai controlli necessari sulla propria auto, questo perchè così, si possono riscontrare per tempo problemi e difetti, che, se trascurati, potrebbero causare guasti molto gravi e costosi. Il controllo di olio ed acqua richiede pochissimo tempo e può essere un intervento alla portata di tutti, che consente di capire in fretta lo stato del motore.


    A quanti km si cambia la cinghia di distribuzione

    sostituire cinghia di distribuzione Per quanto riguarda le cinghie di distribuzione, sono le case automobilistiche che determinano ogni quanto una macchia necessita del cambio di cinghia di distribuzione.

    In genere, ciò che determina l’ usura di tale cinghia sono due fattori: in primis, i chilometri percorsi dalla macchina e, ovviamente, anche il tempo trascorso dall’ ultimo cambio. Ovviamente, questi due parametri sono determinati e spiegati dettagliatamente nel libretto di manutenzione della macchina, ove è detto ogni quanti chilometri e ogni quanto tempo è necessario fare questa sostituzione. Naturalmente, prima di procedere, bisogna sapere che si tratta di un’ operazione sia molto impegnativa che molto costosa.

    Oltre alla sostituzione della cinghia di distribuzione, bisogna anche tenere in considerazione che devono essere cambiati anche tutti gli altri elementi collegati al suo funzionamento, come ad esempio i cuscini tendicinghia e la pompa dell'acqua, visto che è un componente piuttosto economico, ma se si dovesse rompere successivamente occorrerebbe rifare tutto il lavoro sulla cinghia.

    Per la maggior parte delle automobili, il cambio della cinghia di distribuzione viene eseguito ogni 100.000 Km; ovviamente ci sono numerose distinzioni da fare e per avere la certezza sull'intervallo di tempo è importante controllare il libretto d'uso dell'auto. Se la macchina monta una catena, essa, di solito, in assenza di difetti, va controllata a 250.000 km e, nel caso, regolata. Difficilmente si sostituisce la catena, a meno che presenti problemi che la rendano pericolosa o molto rumorosa.

    Altro fattore determinante per la sostituzione della cinghia è il tempo trascorso; infatti se si eseguono pochi chilometri l'anno, occorrerà sostituire la cinghia prima del raggiungimento del chilometraggio, dopo un determinato numero di anni, in quanto la gomma tende in ogni caso a seccarsi.


    Costo cinghia distribuzione

    sostituire la cinghia dell'auto Come è stato già detto, la sostituzione della cinghia è un’ operazione tanto difficile e impegnativa quanto costosa. Ovviamente, più la macchina è grande, più la sostituzione è costosa, e viceversa. Per ogni tipologia di auto i prezzi sono variabili, dipendenti dal costo dei ricambi, ma, soprattutto, dal numero di ore necessarie per l'esecuzione del lavoro, che va affidato a personale specializzato, a meno di non avere le competenze necessarie per evitare di mandare fuori fase il motore, eventualità tutt'altro che remota, nel caso non si sia particolarmente competenti.

    Di solito, per le auto di piccola cilindrata il costo per la sostituzione è inferiore ai 400 euro, ma tutto dipende, come detto dal prezzo dei ricambi e della manodopera. La cinghia in sè è un componente economico, il suo prezzo può variare ed essere intorno ai 40 euro; il problema che ci sono altri elementi che vanno sostituiti a corredo come cuscinetti tendicinghia e, come detto in precedenza, pompa dell'acqua

    I costi, ovviamente, dipendono da vari elementi: 40 euro circa per la cinghia, 50-70 ero per il cuscinetto tenditore; 70 euro circa per il tendicinghia, 40 euro circa per il rullo della cinghia e 120-150 euro circa per la manodopera.

    Per auto di maggiore cilindrata e che richiedono molte ore di manodopera perchè la cinghia è posizionata in una zona difficile da raggiungere il costo può raggiungere i mille euro, e, in alcuni casi, superarlo.

    Il consiglio è quello di chiedere più preventivi così da valutare diverse opzioni, visto che il costo della manodopera può essere variabile ed è quello che incide in maniera sostanziale.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO