Recupero abitativo seminterrati

Il seminterrato

Benché non esista la possibilità di definire univocamente il concetto di seminterrato, questo è, in linea di massima, definibile come un qualsiasi locale che abbia ciascuna parete perimetrale contro terra al massimo pari ai due terzi dell'altezza totale. Tale proporzione non può assolutamente essere superata perché altrimenti non si parla più di seminterrato ma, semplicemente, di locale interrato. Sebbene posizionati agli antipodi all'interno di qualsiasi immobile, sottotetti e seminterrati possono essere posti sotto lo stesso piano (parlando di edilizia), potendo essere riutilizzati e trasformati (ammesso che si abbiano determinati requisiti) in un locale di tipo abitabile. In questo modo si aumenta la capacità abitativa di un determinato immobile senza creare nessun problema sul suolo disponibile per le costruzioni edilizie. Inutile dire come tale procedura faccia conseguentemente aumentare anche il valore generale dell'edificio interessato dai lavori.

recuperare seminterrato

Rivestimenti bagno decorazioni pareti | Stickers Design per piastrelle autoadesivi - ristrutturare casa fai da te - decorazioni pareti | 25x20 cm - Design Splash 2 - 9 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,95€


Recupero abitativo dei seminterrati

come recuperare seminterrato In Italia, sono 7 le regioni in cui, per legge, è possibile recuperare i seminterrati per adibirli ad altri scopi rispetto a quelli classici, primi tra tutti quelli inerenti le attività commerciali. In particolare, però, solo 5 di esse permettono il recupero abitativo dei seminterrati nel vero senso della parola e, quindi, la possibilità di ristrutturare i locali destinandoli poi ad abitazione a tutti gli effetti di legge. Tali lavori sono consentiti in Friuli Venezia Giulia, in Sardegna, in Puglia, in Calabria e in Sicilia. Gli immobili interessati da una procedura di questo tipo, come già detto, acquistano un maggiore valore proprio perché non rimangono rilegati ad un mero ruolo di accessorio dove riporre le cose inutilizzate o simili ma possono ampliare la capacità abitativa dell'edificio aumentandone, di conseguenza, il valore generale. Per iniziare i lavori relativi al recupero abitativo dei seminterrati è necessario semplicemente farsi rilasciare un Permesso di Costruire.


  • ristrutturazione casa La ristrutturazione della casa non è un intervento da prendere alla leggera. In genere, questa operazione viene effettuata quando l’immobile presenta un certo degrado. Lo stesso, a sua volta, può ess...
  • Alcune note Le pareti divisorie economiche rappresentano una buona soluzione per conferire o, anche, per ridonare un nuovo aspetto alla nostra casa. In primo luogo le pareti divisorie economiche sono indubitabilm...
  • Spese ristrutturazione casa Se si effettua direttamente la gran parte del lavoro si risparmia sul costo. Per i materiali probabilmente si spenderà più di quanto spenderebbero i professionisti, che godono di sconti e li acquistan...
  • Preventivo ristrutturazione casa Prima di commissionare i lavori di ristrutturazione occorre verificare se le condizioni della casa sono tali da consentire effettivamente di affrontare i lavori necessari, quindi rivolgersi a ditte ab...

Adesivo per Piastrelle - Rivestimenti bagno | Adesivi mosaico personalizzati - Stickers Design decorative | Auto-adesivo per ristrutturazione casa | 20x20 cm - Motivo Classica - Set 9 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,95€
(Risparmi 5€)


Requisiti minimi per il recupero abitativo dei seminterrati

camera in seminterrato recuperato Vi sono, in merito al recupero abitativo dei seminterrati, dei requisiti minimi che bisogna assolutamente rispettare per poter considerare pienamente legale a tutti gli effetti i lavori effettuati. Esiste un regolamento locale che specifica i requisiti minimi d'igiene che i locali devono soddisfare per poter essere adibiti ad abitazione. Vi sono, poi, altri requisiti minimi che possono essere necessari qualora vengano richiesti. Tra questi è importante avere delle dimensioni minime (o anche solo un'altezza minima), deve essere adeguatamente aerato ed illuminato, vi deve essere la possibilità di scaricare le acque in maniera corretta. Vi sono comuni, poi, che man mano di aprono alla possibilità di recuperare i seminterrati. In questi casi i requisiti sono decisi direttamente dal comune. A Milano, ad esempio, dove questa possibilità è abbastanza recente, si deve avere un'altezza minima di 2,70 metri e rispettare ogni requisito sotto il profilo igienico sanitario. I costi di un'operazione di questo tipo dipendono da regione a regione.Si considera, comunque, normalmente pari ad una ristrutturazione edilizia.


Recupero abitativo seminterrati: Alcuni rischi connessi al recupero abitativo dei seminterrati

cucina in seminterrato Vi sono, comunque, alcuni rischi connessi al recupero abitativo dei seminterrati. Questi sono legati prevalentemente al rischio alluvioni, come recenti casi di cronaca hanno raccontato ultimamente in Sardegna. Non per nulla nelle zone ad elevato rischio idrogeologico non si possono effettuare questi lavori. L'intenzione di procedere in questo senso, comunque, va di volta in volta considerato, tenendo bene a mente quali sono i vantaggi e quali, invece, potrebbero essere i problemi connessi. Si considerano, quindi, essenzialmente sia le condizioni fisiche del territorio sia quelle che riguardano la stabilità generale del proprio edificio. Solo realizzando lavori pienamente in regola, sarà possibile approfittare al meglio del proprio lavoro, una volta portato a termine.



COMMENTI SULL' ARTICOLO