Portiere dello stabile e notifiche degli atti giudiziari

Atti giudiziari e loro notifica

Gli atti giudiziari sono dei documenti ufficiali mediante cui si comunicano agli interessati delle notizie relative a procedimenti in atto nei loro confronti. La notifica degli atti giudiziari serve per mettere realmente al corrente il soggetto interessato. E' il codice di procedura civile che disciplina la notifica degli atti giudiziari, nello specifico con l'articolo 137 e successivi. Normalmente, in base a quanto dispone l'articolo 138, tale procedura è svolta dall'ufficiale giudiziario che consegna l'atto direttamente nelle mani del destinatario. Questa tipologia di notifica è detta ordinaria e può essere effettuata nell'abitazione del soggetto o laddove questi risulti essere reperibile. L'articolo 139 dice che se l'attuale residenza non ricade nella circoscrizione del proprio ufficio giudiziario, la notifica va effettuata nel comune di residenza, ricercando la persona o nella propria abitazione o laddove si trova la sede lavorativa. Qualora il destinatario non ci sia, la consegna della notifica può essere effettuata anche ad un familiare o ad un addetto alla casa o all'ufficio.
atti giudiziari

OOFAY LIGHT® G95 Lampadina a LED dimmerabile sfera pere E27 6 W 600 LM 2800 - 3200 K K 6 COB Bianco Caldo AC 220 - 240 [energia classe A]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Irreperibilità del destinatario

normative In caso di irreperibilità del destinatario, così come nei casi di rifiuto o incapacità delle persone fin qui citate, viene attuato quanto disposto dall'articolo numero 140 del codice di procedura civile. In questo caso, la copia della notifica viene depositata presso il comune, l'avviso di deposito viene affisso sulla porta dell'abitazione o dell'ufficio del destinatario e il tutto viene poi comunicato anche tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. In questi ultimi casi, la notifica non è perfezionata sin da subito (come accade per la consegna diretta) ma nel momento in cui si riceve la raccomandata oppure dopo 10 giorni dal momento in cui la stessa è stata inviata (per rispettare i termini previsti per la giacenza presso l'ufficio postale). La modalità di spedizione consente a chi vuole allungare un po' i tempi, per poter approfittare di ulteriori 10 giorni di tempo per organizzare la propria difesa. Importante ribadire il fatto che se un atto giudiziario non viene notificato correttamente, in base a quanto stabilito dai citati articoli di legge, è considerato completamente nullo o invalido.

    OOFAY LIGHT® Ha condotto filo proiettore lampadina T10, E27 2 W 2700 K 280 lm 30 x 125 mm filamento Edison Vintage retrò Tubo Tubo Lampadina [classe energetica A + +]

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€


    Chi è la persona addetta

    notifica atto giudiziario Quando si parla di notifica di un atto giudiziario è importante avere bene a mente il concetto di chi può, effettivamente, essere la persona addetta a ricevere un atto in assenza del destinatario ufficiale. Sono svariate le figure che possono dichiararsi tali, primi tra tutti i portieri degli stabili, motivo per cui nascono non poche dispute tra condomini e portieri. Nello specifico, la persona addetta alla casa, all'ufficio o all'azienda è la persona che, per mandato dato, può procedere con il ritiro della corrispondenza definita "importante" (e gli atti giudiziari ne fanno parte) delle persone a lui legate da un rapporto di qualsiasi genere (anche lavorativo, come tra condomino e portiere dello stabile). La notifica è valida a tutti gli effetti perché tra la persona addetta ed il destinatario esiste un rapporto secondo cui si presume che il primo faccia sapere al secondo di aver ricevuto quell'atto che lo riguardi.


    Portiere dello stabile e notifiche degli atti giudiziari: Notifica al portiere dello stabile

    portiere Se nè il destinatario nè i familiari o le persone responsabili di casa o dell'ufficio sono reperibili al momento della notifica, questa può essere effettuata tranquillamente al portiere dello stabile (cosi come ad un vicino di casa). In caso di accettazione, il portiere sottoscrive un'apposita ricevuta di cui, poi, il destinatario effettivo viene informato mediante una raccomandata. Importante è ricordare che non è un obbligo di legge per il portiere procedere al ritiro della notifica. La notifica al portiere dello stabile avviene in base al secondo e terzo comma dell'articolo 139 in quanto il portiere è persona addetta. Quando il portiere si dichiara persona addetta, la notifica è valida a tutti gli effetti di legge, anche se capita spesso che gli effettivi destinatari ne contestino la validità asserendo di non riconoscere nel portiere la persona addetta alla casa. In questi casi, solo dimostrando il mancato incarico al portiere si può annullare la notifica, tenendo sempre in mente che si tratta di un'operazione molto complicata da portare a termine.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO