Cucina degli anni 50

Innovazione e cucine

Il boom industriale, che ha caratterizzato il periodo tra gli anni '50 e gli anni '60, vede una forte crescita nell'ambito della lavorazione del metallo, soprattutto proveniente da oltre oceano.

In Europa, grazie all'abilità di architetti e ingegneri e alle sperimentazioni in campo industriale, vengono progettati e realizzati i primi prototipi di mobili costruiti in metallo e con un materiale di nuova concezione: la formica. Successivamente si introducono i laminati e altri materiali di sintesi, in sostituzione delle soluzioni costruttive precedentemente adoperate.

Attraverso queste fasi, la cucina degli anni '50 si è affermata, con il suo fascino unico, come un classico nel proprio genere. L'atmosfera ha un tocco romantico, i colori e le forme riportano alla memoria la carrozzeria e lo stile delle automobili che hanno caratterizzato tale periodo di importante rinascita economica.

Cucina anni 50

Creative Tops - Grembiule da cucina, stile vintage anni '50, in cotone multicolore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,44€


Elementi caratteristici

Elementi caratteristici cucina anni 50L'elettrodomestico cult per eccellenza nelle cucina del periodo è il frigorifero in metallo, tipicamente realizzato con angoli arrotondati, forme gradevolmente morbide e dallo spessore maggiorato dall'anta che si presenta con la caratteristica forma bombata. La maniglia per l'apertura è realizzata a incasso con un meccanismo a scatto, è priva di viti, l'impugnatura è pratica e ricorda in tutto e per tutto l'apertura delle autovetture di quell'epoca. Un altro elemento che si distingue all'interno della cucina anni '50 è il lavello realizzato in ceramica bianca, che si presenta con il bordo sagomato e solitamente affiancato da un mobiletto il cui piano è sfruttato come zona d'appoggio. La maxi cucina in metallo, imponente e quasi spettacolare, è un elemento immancabile. I fuochi sono elettrici e i comandi di accensione e regolazione sono inseriti sul tipico schienale che ricorda un cruscotto. Una delle caratteristiche principali delle cucine americane del periodo è data dalle grandi dimensioni. I frigoriferi sono voluminosi e possono contenere quantità di cibo elevate, le cucine possono avere, oltre ad un ampio piano cottura con piastre elettriche, un doppio forno e in alcuni casi addirittura la radio inserita nell'alzata riservata ai comandi.

Non può mancare, in una cucina di questo tipo, il classico pensile scolapiatti ed un pratico scaffale a giorno, con comode barre in acciaio da utilizzare come appendi-tutto per tazzine, pentole, presine e mestoli, in modo da avere sempre tutto il necessario a portata di mano.

Un altro mobile caratteristico è la credenza con il suo classico sopralzo a vetrinetta.

I rivestimenti e la pavimentazione a scacchi, nelle tonalità del grigio e del bianco, o del rosa salmone abbinato al bianco, danno un tocco di vivacità all'ambiente completando l'atmosfera coordinandosi alla perfezione ad eventuali tendine a mantovana e al design dallo stile quadrettato.


  • cucina in muratura scavolini La cucina è una delle stanze più importanti di un’ abitazione: in essa, infatti, viene trascorso moltissimo tempo nel corso di tutta la giornata. E’ infatti, il luogo in cui si cucina, ma spesso e v...
  • progettare cucina con sweet home Attraverso il fai da te ci si può occupare di tantissime operazioni, ognuna delle quali è propria di un determinato settore. Ad esempio, ci sono delle operazioni che rientrano nel campo del giardinagg...
  • componenticucina La cucina è al tempo stesso la stanza e l’elettrodomestico deputato alla cottura dei cibi e alla consumazione dei pasti. Spesso collegata all’area soggiorno in ambienti “open space”, o a una stanza da...
  • piastrelle in cucina Un chiaro esempio di compito delicato nei lavori manuali è quello della posa delle piastrelle, che non dev'essere per forza essere svolto da tecnici esperti. E' infatti possibile risparmiare sul costo...

Artina 93372 - Boccale da birra per celebrazione dei 50 anni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,88€


Cucina degli anni 50: Cucina a penisola in stile anni '50

La cucina a penisola, super accessoriata e molto ricercata, è concepita proprio negli anni '50. Un ambiente caratterizzato da spazi studiati e organizzati al meglio per rendere il massimo della funzionalità, una cucina full optional che niente ha da invidiare quelle attuali.

Una caratteristica ricorrente, in questo ambito, è quella delle texture. Applicata alle pareti, nella zona superiore alle mattonelle, spesso si trova la carta da parati in colori vivaci, preferibilmente da abbinare ai dettagli colorati che si trovano nel resto dell'ambiente: dagli arredi ai pavimenti, dai complementi fino alle tipiche tovagliette dette all'americana.

Il centro operativo fondamentale, l'attrazione per eccellenza di questo tipo di cucina, è la penisola spaziosa e realizzata in metallo, completa di tutto quanto può essere utile. Nella penisola si ha veramente tutto: dal congelatore alla lavastoviglie, al piano di lavoro ampio e pratico, il lavello a doppia vasca e un'interparete per il contenimento nella quale poter riporre ad esempio le spezie. La parte cottura ricorda già uno stile più moderno ed ha pensili a tutta altezza dotati di vetrina. La cucina si presenta, nella maggior parte dei casi, con doppio forno e non mancano i cassetti ad uso scaldavivande. Questo ambiente è visto come il vero fulcro della vita familiare, si arricchisce quindi di altri dettagli e accessori che ne denotano la centralità, come ad esempio il mobiletto per stirare e cucire. Le tendenze odierne portano ad un ridimensionamento degli spazi e si orientano ad uno stile essenziale e minimalista, riportando però in auge le materie prime dell'epoca come l'acciaio, il legno e la pietra.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO