Casa naturale

I materiali

È possibile trasformare la propria abitazione in un ambiente molto più naturale e sano di quello attuale, adottando alcuni accorgimenti che ci permettano di eliminare dall'acqua, dall'aria e dai muri tutti i possibili elementi inquinanti.

I gas nocivi, emessi dalle pareti, possono essere evitati adoperando degli intonaci con un basso contenuto di cemento, meglio ancora se si utilizza calce pura. Nell'ambiente cucina, possiamo optare per una base fatta di calce bianca da applicare su incannicciata, in grado di assorbire i vapori della cottura.

Quando si va ad applicare il rivestimento in ceramica, non dovremo posarlo su tutta l'altezza della parete, per non ostacolarne la traspirabilità.

Le tinteggiature da effettuare, su intonaci a base di gesso naturale o cemento, dovranno essere fatte, preferibilmente, con colla vegetale o a pigmenti naturali, pittura a calce e prodotti che siano adatti ad ambienti umidi, o soggetti ad elevate escursioni termiche.

I materiali naturali, tra cui scegliere per il pavimento, vanno dal legno preventivamente trattato con olio di lino o cera, al linoleum, al cotto, al sughero.

Nello scegliere il rivestimento, le pietre come graniti e marmi sono l'ideale, dal momento che sono materiali inerti dal punto di vista chimico e non rilasciano quindi sostanze nocive.

I tessuti adoperati per rivestire gli arredi saranno di tipo naturale: di origine animale, come la seta e la lana; o di origine vegetale, come il cotone e il lino.

I tessuti naturali hanno il vantaggio di essere antistatici ed igroscopici, ovvero, non attirano la polvere e assorbono l'umidità restituendola quando l'ambiente è più secco. Stuoie e tappeti sono in gradi di neutralizzare gli effetti dei campi elettromagnetici.

Casa naturale

HAMSWAN Diffusore di Aromi ad Ultrasuoni 100ml/Umidificatore Ultrasonico Aromaterapia/Diffusore di Oli Essenziali con LED di 7 Colori Fatto da Legno di Colori Naturali 30-secondi Timer Autospegnimento per Casa, Yoga, Spa, Camera da letto, Soggiorno, Stanza per Bambini

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,99€
(Risparmi 27€)


Le pulizie

pulizie al naturaleLa rimozione della polvere può essere fatta adoperando un'aspirapolvere con filtro a più stadi, in grado di bloccare particelle inquinanti, acari e pollini, immettendo nell'ambiente aria pulita.

Il bucato può essere reso più ecologico installando un filtro addolcitore per la nostra lavatrice: l'acqua dolce permette di ridurre di tre volte il detersivo rispetto a quello necessario per l'acqua dura. Un'altra soluzione è quella di adoperare un prodotto a base di bicarbonato o soda.

Prodotti indispensabili per le pulizie ecologiche sono:

- l’aceto: può essere adoperato come ammorbidente ed è un ottimo anticalcare.

- il sale: è un eccellente detergente naturale, può essere adoperato nell'ammollo per sciogliere lo sporco.

- il sapone di Marsiglia: sia solido che a scaglie può essere sciolto in acqua per ottenere una miscela da adoperare come detersivo liquido.

È buona norma arieggiare i locali frequentemente, aprendo più volte al giorno le finestre per qualche minuto, in modo che l'aria interna non diventi troppo viziata. Quando possibile, l'ideale è aprire le finestre che danno su spazi verdi, permettendo alla vegetazione di allontanare le molecole inquinanti. Se invece tutte le finestre danno su strade trafficate, e l'aria esterna è particolarmente inquinata, possiamo ricorrere all'utilizzo di deumidificatori e depuratori.

Le piante d'appartamento rappresentano un ottimo aiuto per pulire l'aria interna all'abitazione: la dracena è in grado di assorbire le tossine chimiche che si trovano nell'ambiente; il ficus agisce contro la formaldeide; l'edera attira in modo particolare la formaldeide che si trova negli adesivi e nel tabacco; le felci rilasciano ioni negativi, permettendo di riequilibrare le cariche e svolgendo un'importante funzione ionizzatrice.

    Scorpione della giungla della Tailandia (Hetrometrus) sotto vetro, decorazione per la casa, storia naturale

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,61€


    Casa naturale: Il riscaldamento

    I sistemi di riscaldamento tra cui poter scegliere sono molti, ma quello più sano e naturale rimane sempre la legna, questo perché il prodotto della sua combustione è asciutto. Se opportunamente previsto in fase di progettazione, il camino può essere adoperato per riscaldare tutta la casa, adottando appositi condotti. Le canalizzazioni dovranno raggiungere tutti i locali da riscaldare, dove l'aria verrà immessa attraverso delle bocchette di areazione. Dal momento che il camino scarica all'esterno prendendo l'aria dall'ambiente nel quale è collocato, bisognerà provvedere a realizzare delle opportune prese d'aria. Al posto del camino, può essere utilizzata una stufa in maiolica, un materiale che non solleva un'eccessiva quantità di polvere dannosa per la salute e che non surriscalda l'ambiente.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO