vasca idromassaggio fai da te

Vasca idromassaggio, relax assicurato in casa

Un tempo a parlare di vasca idromassaggio erano solo uomini ricchi che nelle loro case extra-lussuose non si facevano mancare nulla. Adesso sembra esser diventata una cosa alla portata di molti la vasca idromassaggio all'interno della propria casa. Infatti sono numerose le aziende del settore che producono vasche idromassaggio che si adattano al meglio agli ambienti domestici, siano essi più o meno lussuosi. Nonostante il costo comunque abbastanza elevato, in quanto si va sull'ordine delle migliaia di euro, oltre ai pezzi di eventuale manutenzione, sono sempre di più coloro i quali non vogliono rinunciare al relax nella propria casa e perciò scelgono l'installazione di una vasca idromassaggio. E' possibile anche un montaggio fai da te della vasca, l'ideale per scegliere la personalizzazione, purché si seguano le precise istruzioni e soprattutto le misure all'interno dell'ambiente dove sarà collocata.

vasca idromassaggio

Intex 28404 - Pure Spa Bubble Therapy con Pompa, Riscaldatore e Sistema Purificazione Acqua, 1.91x0.71cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 438,43€
(Risparmi 160,57€)


Materiali svariati per le vasche idromassaggio

vasca idromassaggio Le vasche con idromassaggio ad oggi sono fatte con diversi materiali. Si parte dalla vetroresina, con una tecnica gel-coat simile a quella che si usa per le barche e che permette di avere delle vasche lucide anche dopo anni, senza avere grossi problemi per la pulizia. Buon successo anche per le vasche idromassaggio in acrilico, formate da una lastra di metacrilato la quale viene forata e rinforzata con vetroresina spruzzata così da creare uno strato di supporto meccanico. Queste vasche risultano molto economiche e di uso comune, pur essendo di difficile riparazione in seguito ad eventuali danni. Quelle maggiormente personalizzabili in un ambiente sono quelle in muratura, ovvero che vengono create su disegno e desiderio del cliente e in ultimo rifinite con decorazioni che si adattino allo stile personale. Le vasche in muratura sono assai economiche, con costo ridotto e possono addirittura essere implementate con pannelli così da non avere dubbi in fase di installazione. Un materiale che negli ultimi tempi sta riscuotendo ottimi risultati è il Polistirene Espanso Sintetizzato (EPS) che possiamo trovare nelle spa di alberghi e centri benessere, rigido e resistente, oltre che atossico ed estremamente versatile.


    Vasca da bagno Freestanding "Mallorca" in acrilico

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 702,46€


    Consigli nella scelta della vasca da idromassaggio

    vasca idromassaggio Nella scelta della vasca idromassaggio per i propri ambienti bisogna tener conto delle varie forme disponibili. Si parte da quelle rettangolari, disponibili anche come doppie, e che possono avere una più precisa collocazione nel bagno. Ci sono anche quelle angolari, anche per due persone, oltre che quelle rotonde o quadrate che generalmente richiedono spazi maggiori.

    Inoltre esistono tre tipologie di vasche idromassaggio: whirpool (getto d'acqua ed aria), airpool (getto d'aria) e combinato. Anche nella scelta di questi modelli va fatta attenzione a quali sono le esigenze poiché ognuna è specifica e, in caso quella scelta non soddisfi il cliente, non costerà poco la sostituzione. Entrambe hanno comunque un ottimo successo in ambito commerciale, con delle approvate proprietà benefiche in caso di problemi alla schiena o al collo, oltre che per il relax.


    Come montare la vasca idromassaggio fai da te

    vasca idromassaggio Montare una vasca idromassaggio fai da te non è cosa semplicissima, ma seguendo alcune istruzioni può diventarlo. Nel caso in cui abbiamo scelto un impianto whirpool, si parte dalla scelta dei punti in cui installare le bocchette su superfici piane, per poi passare alla loro distribuzione uniforme e a verificare lo spazio per il passaggio degli impianti esterni. Andiamo successivamente a forare con fresa a tazza dall'interno verso l'esterno della vasca e posizioniamo le bocchette con i raccordi e l'aspirazione. Quest'ultima va nella parte più bassa della vasca con centro a 5 centimetri dal fondo e a una distanza di almeno 60 centimetri dalla pompa. Sigilliamo alla fine con silicone ed incolliamo le tubazioni con fascette secondo il sistema utilizzato. Se vi è una centralina elettronica e altri dispositivi ci sarà un apposito manuale di istruzioni per questo.

    In caso di vasche in muratura o EPS, sarà necessario effettuare gli appositi collegamenti elettrici ed idraulici. Dopo la posa della vasca si procede con l'applicazione della finitura scelta, proteggendo bocchette ed altri accessori installati.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO