Rubinetti da bagno

Come scegliere la rubinetteria?

I rubinetti da bagno sono indispensabili per la sua efficienza e per l'aspetto della stanza nel suo insieme.

Per prima cosa valutate se installare un soffione fisso o rimovibile nella doccia. I soffioni sganciabili funzionano bene come quelli fissi, e possono anche essere spostati per pulire la doccia più agevolmente: sceglieteli se in casa vi sono persone con mobilità limitata e bambini.

Determinate poi il materiale della rubinetteria. L'ottone è il più indicato, perché è piacevole esteticamente, durevole e molto resistente.

Valutate le finiture di copertura dei vostri nuovi rubinetti. La cromatura è la tecnica ossidativa più economica e resistente, ma ha lo svantaggio di presentare sulla sua superficie le macchie calcaree lasciate dall'acqua. Il bronzo e l'ottone sono nella fascia più alta dello spettro delle finiture per la loro resistenza eccezionale ai graffi e alla corrosione. È inoltre possibile scegliere il nichel o ancora una combinazione di differenti composizioni metalliche .

Sarebbe bene dotare la rubinetteria della protezione anti-scottature. Questo sistema fa sì che la temperatura dell'acqua non raggiunga gradi eccessivamente elevati.

Rubinetti da bagno

Aquatrends 199121 - Rubinetto per doccia / vasca da bagno, modello Verona, colore: Cromo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,84€


Come dare nuova luce alle finiture esistenti

Rubinetti Aggiornare il look del bagno sicuramente significherà ottenere una stanza di gran classe e atmosfera. Uno dei modi più semplici è proprio quello di dare nuova luce alla finitura dei rubinetti, senza necessariamente sostituirli con elementi nuovi, spesso molto costosi.

La prima cosa che dovete fare è interrompere il flusso dell'acqua dal pannello centrale.

Rimuovete quindi tutta la rubinetteria, aiutandovi con una chiave inglese di adeguata misura. Per la maggior parte dei modelli, occorre svitare i dadi sottostanti. Con una spatola rimuovete ogni traccia di stucco e sigillante. Sabbiate l'area con un foglio di carta vetrata a trama fine fino a quando non sarà completamente liscia ed uniforme. Pulite la zona con acqua e candeggina, sciacquate e asciugate con cura.

Ora potete occuparvi dei vostri vecchi rubinetti. Questo lavoro sarebbe bene svolgerlo all'aria aperta, in modo da non respirare i gas e i vapori nocivi delle vernici.

Indossate comunque una mascherina protettiva e dei guanti di gomma.

Erogate su tutta la superficie dei rubinetti un primer per metallo e lasciatelo asciugare perfettamente. Serviranno almeno 24 ore. Trascorso il tempo necessario, stendete la vernice di copertura con un pennello di precisione. Fate asciugare e procedete poi con la seconda mano. Quando anche questa si sarà asciugata, completate il lavoro con uno strato finale di vernice impermeabilizzante apposita per la rubinetteria.

Quando i rubinetti sono asciutti, li andrete a inserire nuovamente nella loro sede, ancorandoli con il sigillante siliconico alla base e fissandoli con i dadi corrispondenti.

  • Rubinetteria bagno Esistono molte caratteristiche che devono essere esaminate per confrontare i rubinetti del bagno. Le principali riguardano lo stile, le finiture, il posizionamento, la facilità d'uso ed ovviamente il ...
  • riduttore di flusso per rubinetti Da quando i vecchi rubinetti miscelatori sono stati realizzati in accoppiamento con gli aereatori, è diventato sempre più complicato regolare il flusso dell'acqua, portando a consumi e sprechi che pos...

L'acqua del rubinetto LED colorato, DLAND RC-F03 flusso del rubinetto di acqua colorata LED rubinetto con 3 modelli di colore per cucina e bagni da -. Totally 7 colori (2pcs rubinetti e 2 adattatori per sacchetto)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Rubinetti da bagno: Come pulire correttamente i rubinetti da bagno

Uno dei fattori principali che determinano la bellezza della stanza da bagno è la pulizia, specie quella dei sanitari e della relativa rubinetteria. Vediamo quindi come procedere nella maniera più corretta.

Per rimuovere completamente le macchie lasciate dall'acqua calcarea, servirà semplicemente dell'aceto bianco. Immergete un panno di spugna in una bacinella di aceto e strofinatelo energicamente sulla rubinetteria. Dopo questa prima fase, prendete lo stesso panno, immergetelo nuovamente nell'aceto e posatelo sul rubinetto, cercando di coprirlo interamente. Lasciatelo in posa per 30-40 minuti, a seconda dell'entità delle macchie da rimuovere. Successivamente, levate lo straccio e sciacquate i rubinetti con acqua molto calda, quindi asciugate.

Per pulire gli interstizi e la base della rubinetteria, utilizzate un vecchio spazzolino da denti, che con le setole riuscirà a rimuovere lo sporco anche nelle zone più difficili e nascoste.

Invece di usare un detergente tradizionale, provate a sfruttare lo shampoo: sarete stupite dall'ottimo risultato. Lo shampoo infatti ha una formulazione studiata appositamente per sciogliere il grasso senza essere però aggressivo, e lascerà il lavandino perfettamente pulito.

Una volta al mese, passate una cera per lucidare la rubinetteria, che diventerà subito scintillante e piacevole a vedersi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO